The Pretty Reckless: Live Report e foto della data di Milano

L’unica tappa italiana del “Death By Rock And Roll tour 2022” dei The Pretty Reckless si è svolta all’Alcatraz di Milano in un martedì piovoso e decisamente autunnale. La band capitanata dalla bella Taylor Momsen mancava  dai nostri palchi da ben cinque anni e nel frattempo sono stati pubblicati ben due lavori, “Death By Rock And Roll” nel 2021 ed il recente “Other Worlds”, un album di rivisitazioni in chiave acustica di alcuni dei loro pezzi, più alcuni remix e cover accompagnati da ospiti d’eccezione.

THE CRUEL KNIVES

Ad aprire la serata una “vecchia” conoscenza: i The Cruel Knives, formazione che avevamo già avuto modo di vedere cinque anni fa in occasione delle due tappe italiane dei The Pretty Reckless a Milano e Bologna e che a distanza di tempo si riconfermano dei validi opener, merito di una proposta caratterizzata da un rock ad alto tasso energetico accompagnato da belle melodie e da ritornelli vincenti che si memorizzano all’istante. La band ha un’ ottima padronanza del palco e ne ha fatta di strada dai tempi degli Heaven’s Basement di cui facevano parte Sid Glover (chitarra) e Rob Ellershaw (basso), ora accompagnati nei The Cruel Knives dal cantante Tom Harris e Al Junior alla batteria. Nel poco tempo a loro disposizione gli inglesi propongono vari estratti dei loro due ep “Side One” e “Side Two” ed un plauso va sicuramente alla fragorosa ed incalzante “The Life That We Made” che fa scatenare tutti i presenti e alla più ruffiana “Hollow People” che mostra anche il lato più melodico della band. La cadenzata “Crawl” chiude un set breve, ma di grande impatto che ha fatto presa sull’esigente pubblico in vista degli headliner.

Setlist:

01. Black Eye Friday

02. Life That We Made

03. Overdose

04. Hollow People

05. Shotgun To The Head

06. Crawl

                                                                                                                    

THE PRETTY RECKLESS

Quando si spengono le luci un fragoroso boato da il benvenuto ai The Pretty Reckless che quasi al buio si posizionano ai loro posti, finchè la voce della bella Momsen da il via alle danze sulle note di “Death By Rock And Roll”, pezzo che come una miccia fa esplodere il pubblico già carico a mille. La Momsen vestita con giacca di pelle nera e sottoveste di raso dello stesso colore da subito catalizza l’attenzione dei presenti fortunatamente non solo per la sua bella presenza, ma soprattutto per la grinta e una prestazione vocale assolutamente all’altezza delle aspettative e non da meno gli altri componenti della band che fanno la loro parte in modo impeccabile lasciando comunque i riflettori puntati su di lei. La scaletta è ben bilanciata tra le nuove composizioni e i classici del passato accolti in ogni caso in modo positivo da un pubblico molto partecipe ed attento. Si passa con naturalezza da “Since You’re Gone” a brani più recenti come “Only Love Can Save Me Now” e “And So It Went” fino ai grandi e attesi classici come “Make Me Wanna Die” e “Just Tonight” cantati proprio da tutti in un clima festoso e di aggregazione.

La nuova “Witches Burn” è dedicata alle donne la cui vita è stata rovinata dagli uomini, mentre “Going Down” alle ragazze che stasera hanno un look meraviglioso. Taylor non smette mai di interagire con il pubblico e lo fa cantare sulle note di “My Medicine” e su “Heaven Knows” lo esorta a far parte dei The Pretty Reckless unendosi a loro in un’unica voce. Dopo l’assolo vincente alla chitarra da parte di Ben Phillips è la volta di “Take Me Down” che chiude lo show prima del bis di rito con l’esecuzione di una lunghissima “Fucked Up World” caratterizzata anche da un pregevole assolo di batteria di Perkins a metà brano. Purtroppo le cose belle durano poco ed in questo caso dopo un’ora e quindici minuti si accendono i riflettori all’Alcatraz di Milano e sotto la pioggia battente lasciamo la venue soddisfatti e ancora con l’adrenalina in circolo dopo questa grande esibizione, sperando di non dover attendere altri cinque anni per rivedere i The Pretty Reckless nel bel paese.

Setlist:

01. Death By Rock And Roll

02. Since You’re Gone

03. Only Love Can Save Me Now

04. And So It Went

05. Make Me Wanna Die

06. Just Tonight

07. Sweet Things

08. Witches Burn

09. Goin’ Down

10. My Medicine

11. Going To Hell

12. Heaven Knows

13. Take Me Down

Encore

14. Fucked Up World

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login