Tenacious D: Live Report della data di Milano

Sono le ore 18.30 del 4 febbraio 2015 quando arrivo all’Alcatraz di Milano e capisco dalla lunga, immensa ed infinita fila che segue tutto il perimetro del locale svoltando da Via Valtellina a Viale Stelvio, quanto tanto atteso sia il concerto dei Tenacious D, dopo ben 3 anni dall’ultima data italiana (sold out anche quella) al Mediolanum Forum di Assago. Parlando coi ragazzi in prima fila si sentono gli aneddoti più incredibili, gente che aspetta dalle 5:00AM (premiati da baci e abbracci dei nostri protagonisti JB e KG, che al loro arrivo al locale hanno ovviamente salutato i loro fan più sfegatati), gente che ha perso tutti i treni possibili e nonostante ciò arrivarono puntuali, e soprattutto la tipologia di pubblico, un bel mix di nerd e metallari, pronti a far crollare l’Alcatraz a suon di rock.

Passa circa un’ora dall’apertura dei cancelli e alle ore 20.00 puntuali inizia a suonare Sasquatch, lo scimmione preferito dai fan dei Tenacious D, che interpreta un One Man Show in grande stile: l’intro di “2001: Odissea Nello Spazio” come opening, eccolo entrare con tutto il trucco e parrucco preciso come l’abbiamo visto nel film; trova la chitarra, la batteria e delle ossa in giro per poter suonare, ed incomincia il suo repertorio di canzoni arrangiate a modo suo. Il pubblico lo adora e si ascolta 30 minuti di performance urlando e scandendo a gran voce il suo nome, mentre Sasquatch continua imperterrito la sua esibizione senza batter ciglio, nonostante il caldo sotto il pellicciotto dovuto dalle forti luci sul palco. Fantastica idea di fargli aprire il concerto, in questo modo possiamo davvero ripercorrere il film e vedere concretamente una versione teatrale di ciò che abbiamo sempre visto in televisione.

Alle 21:00 precise incominciano i nostri due protagonisti. Niente effetti speciali, niente band di accompagnamento, ma solo Jack Black con una fantastica tutina alla Schrödinger (inguardabile e affascinante contemporaneamente) completa dalla testa ai piedi di una texture felina, e Kayle Gass, vestito con una sublimemagliaccia gialla, pantaloncini e scarpe da ginnastica come il buon gusto del film vuole, accompagnati dall’intro “The Trio” di Ennio Morricone. A questo giro non hanno nemmeno esorbitanti scenografie (come dimenticare la fenice fallica del palco del Mediolanum?) ma il titolo del tour parla chiaro: “Old School Acoustic Style Tour”, solo loro due, come ai vecchi tempi, come 9 anni fa, sul grande schermo.
L’intero show vanta pezzi tratti dal loro intero repertorio, dal mitico album “The Pick Of Destiny” fino all’ultimo “Rize Of The Phoenix“, mixando intermezzi recitati e gag comiche, fondendo perfettamente musica e teatro, offrendo al pubblico un vero e proprio show in grande stile: il duo è perfettamente preparato, le loro doti da musicisti sono ad altissimi livelli, le voci si amalgano perfettamente e il livello di recitazione è altrettanto magnifico, offrendo al pubblico gioia per occhi e orecchie in uno show cabarettistico che racconta delle grandi band del passato (senza nascondere ai nuovi aspiranti musicisti di prendere esempio). Un grande elogio al rock’n’roll, che cattura l’attenzione dall’inizio fino al gran finale: “The End”, cover dei Beatles.

Jack Black e Kayle Gass dimostrano di creare una magica atmosfera all’insegna del rock, offrendo un messaggio meraviglioso, chiarissimo e asslutamente da condividere: chissene frega di quanti anni hai, chissene frega se ciò che indossi è decisamente trash o un pugno in un occhio, quando si è sul palco e si fa rock’n’roll, importa solo la carica che sprigioni e la potenza con la quale dimostri a tutti la tua forza, e i nostri JB e KG ce la fanno alla grande.
Questo plettro del destino è davvero magico… chi sarà il prossimo a rubarlo?

Scaletta:

1) The Trio (Ennio Morricone song)
2) Tribute
3) POD
4) Rize of the Fenix
5) Low Hangin’ Fruit
6) Señorita
7) Throw Down
8) Kickapoo
9) Karate
10) Dude (I Totally Miss You)
11) Kyle Quit the Band
12) Friendship
13) Kielbasa
14) History
15) Rock and Roll (Led Zeppelin cover)
16) Rock is Dead
17) Saxaboom
18) Roadie
19) The Ballad of Hollywood Jack and the Rage Kage
20) Wonderboy
21) To Be the Best
22) Double Team
23) Fuck Her Gently

Encore:
24) Classico
25) Baby
26) You Never Give Me Your Money (The Beatles cover)
27) The End (The Beatles cover)

 

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login