Blaze Bayley ft. Children Of The Damned: Photo Report della data di Bologna

L’ex frontman degli Iron Maiden Blaze Bayley è attualmente in Italia impegnato in una serie di date live. Vi proponiamo qui un report fotografico del live di mercoledi 3 dicembre al Chattanooga di Bologna che, nonostante un’affluenza di pubblico non esagerata (determinata forse anche dalle avverse condizioni meteo), ha registrato un grande calore da parte dei presenti, che Blaze ha ricambiato con grande disponibilità umana e, soprattutto, con una grande performance canora.

Ad aprire la serata ci pensano gli Alpha Omega, una band bolognese formata da elementi di tutto rispetto, fra cui ex componenti di Rain e Tarchon Fist, che nonostante un repertorio tutto di inediti e una serie di ottimi presupposti, non si esibisce praticamente mai dal vivo. Questa è quindi un’ottima occasione per conoscere ed apprezzare le grandi doti di questo quintetto.

 Salgono poi sul palco i Children Of The Damned, tribute band alla Vergine di Ferro che in passato ha già lavorato più volte con Paul Di’Anno e che con questo tour dà inizio a una collaborazione con Blaze Bayley che speriamo sia fruttuosa e duratura. La band riscalda gli animi dei presenti con una serie di estratti a tutto tondo dal repertorio dei Maiden, esplorando grandi classici come “Aces High”, “The Trooper” e “Hallowed Be Thy Name”, dando prova ancora una volta di conoscere molto bene la materia e di realizzare un concerto in cui vengono curati tutti i dettagli e in cui l’esecuzione non lascia mai a desiderare.

 L’esibizione di Blaze Bayley è incentrata, come si poteva ben immaginare, sul repertorio estratto da “The X Factor” e da “Virtual XI”, ed è in generale una sorpresa positiva. Bayley infatti, che nel corso degli anni si è mantenuto in esercizio e sta portando avanti una fruttuosa carriera solista, punteggiata qua e là da una serie di collaborazioni, ha mantenuto una voce potente e sicura, che si destreggia in modo perfetto sui cavalli di battaglia principali del periodo che lo contraddistingue. Sia che si parli di “Lord Of The Flies”, di “Futureal” o della suggestiva “Sign Of The Cross”, il risultato è sempre perfetto. Finale al gran completo, con Blaze e i Children Of The Damned che eseguono la triade composta da “Fear Of The Dark”, “Running Free”ed “Iron Maiden”, ancora una volta, in modo impeccabile. Ottima serata sotto tutti i punti di vista.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Login