Korn – Recensione: Live At The Hollywood Palladium

Cd e dvd live, per uno dei gruppi che hanno creato e contribuito a spingere il nu metal in tutto il mondo, idealmente e praticamente diviso in due parti. La prima, quella che incarna l’anima più elettronica e nuova dei Korn (quella della collaborazione con Skrillex, per intenderci) e la seconda, più “tradizionale” e composta di vecchi classici del gruppo e della musica in generale.

Le prime sette song, infatti, vengono tutte da “The Path Of Totality”, dove spiccano, tra tutte, l’opener “Get Up!”, l’ispirata “Illuminati”, la carichissima “Choas Lives In Everything” e il singolone apripista “Narcissistic Cannibal”, cantato all’unisono da Johnathan Davis e un delirante pubblico.

E da qui, in effetti, l’interazione Davis-pubblico si fa sempre più stretta, visto che vengono snocciolati in rapida successione pezzi come “Here To Stay”, “Freak On A Leash”, “Falling Away From Me”, “Shoots And Ladders”, “Got The Life” (questa in una veste un po’ scarica) e l’immancabile e sempre stupenda “Blind”. Trovano spazio in questa “variegatamanontroppo” scaletta anche la un po’ prolissa (in questa versione) “Another Brick In The Wall” e “One” (o meglio la parte finale di essa), cover rispettivamente dei Pink Floyd e dei Metallica e “Predictable”, brano minore (ma non per questo meno attraente) dell’esordio discografico della band di Bakersfield.

Ora, invece, venendo ad analizzare il prodotto in sé, non si può fare altro che notare che le due scalette (quella del cd e quella del dvd) sono assolutamente identiche, e non basta neanche il fatto di poter vedere susseguirsi sul palco dell’Hollywood Palladium i dj che hanno collaborato a “The Path Of Totality” per giustificarne l’acquisto.

Il concerto, sicuramente merita ed è di grande impatto sonoro/visivo, ma, ripeto il problema è che sembra fin troppo un operazione commerciale malcelata, che risulta fin troppo studiata a tavolino e, quindi, contribuisce a far perdere al prodotto parecchia credibilità.

Ah, un ultimo appunto: dovrebbe essere prevista anche una versione 3D del concerto… Un grosso e personale: “Chi se ne frega”!!!

Voto recensore
6
Etichetta: AFM Records

Anno: 2012

Tracklist:

01. Get Up!

02. Kill Mercy Within

03. Illuminati

04. Chaos Lives In Everything

05. My Wall

06. Way Too Far

07. Narcissistic Cannibal

08. Here To Stay

09. Freak On A Leash

10. Falling Away From Me

11. Predictable

12. Another Brick In The Wall

13. Shoots And Ladders

14. One

15. Got The Life

16. Blind


Sito Web: www.korn.com

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi