Lazy Queen: esce oggi l’EP “A Human Reaction” su Icons Creating Evil Art

Comunicato stampa:

I LAZY QUEEN, partendo da New York, sono entrati nella scena musicale norvegese come una ventata di aria fresca e oggi il quartetto guidato da Henrik Gacía Søberg (they/them) pubblica l’attesissimo EP “A Human Reaction”  su Icons Creating Evil Art.

Nel complesso, descriverei lo stato d’animo di questo disco con i concetti di isolamento e distacco, ma lo scrivere di sentirsi soli non è volto a far sentire le altre persone sole o isolate, ma piuttosto il contrario. C’è sempre l’opzione di lasciarsi immergere e perdersi in quelle emozioni, ma fare la scelta di dire qualcosa, sia che si tratti di prendere il telefono per chiamare un amico, parlare con la propria famiglia, cercare un terapista o scrivere una canzone su questo serve a dimostrare che quei sentimenti opprimenti sono sbagliati. ‘A Human Reaction’ è stato un tentativo di ricordare a me stesso la connessione con il mondo che mi circonda, da un luogo in cui mi sentivo molto solo”, spiega Henrik Gacía Søberg.

Attraverso un più unico che raro amalgama di strutture chitarristiche mutuate dalla scena DIY di Brooklyn e di melodie pop dinamiche, il disco è stato prodotto da Morten Øby, collaboratore di lunga data dei LAZY QUEEN, al Taakenheimen Lydriket di Oslo.

Nella nostra musica più oscuro è l’argomento, più accattivanti sono le canzoni. Al momento di lavorare a questo disco sapevamo di voler sperimentare di più con il nostro suono rispetto a ‘Get Home or Die Trying’. Avevamo un sacco di idee che non abbiamo avuto il tempo e lo spazio di sviluppare completamente durante il processo di registrazione, quindi sapevamo che questa volta c’era più da esplorare. Inoltre, abbiamo dovuto affrontare il nostro intero processo di scrittura in modo diverso a causa del fatto che non ci è stato permesso di stare insieme nella nostra sala prove per lunghi periodi di tempo per le restrizioni legate al Covid in Norvegia. Prima, iniziavo la scrittura della maggior parte delle canzoni dei Lazy Queen nel mio studio di casa, poi finivamo nel nostro spazio, ma questa volta, la maggior parte delle canzoni sono state scritte completamente tra il mio appartamento e lo studio di Morten. Credo che lo spostamento dell’intero processo abbia avuto un enorme impatto sul suono di questo lavoro. Questa volta abbiamo avuto sia il tempo che i mezzi per sperimentare i suoni che avevamo in mente”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi