Lamb Of God: Mandela, il ricordo commosso di Randy Blythe

Il mondo della musica tutto, attraverso social e canali mediatici, ha reso omaggio alla figura di Nelson Mandela, scomparso giovedì sera all’età di 95 anni.
Dai Guns N’ Roses a Nikki Sixx, dai Godsmack a Tom Morello: i musicisti hanno tributato “Madiba” attraverso i loro account personali.
Così come ha fatto Randy Blythe, leader dei Lamb Of God, di cui vi riportiamo il suo personale ricordo pubblicato sul profilo Instagram:

“Oggi Nelson Mandela è morto e molte persone sui social hanno scitto “R.I.P.” e condiviso la foto di un grande uomo, capace di sorridere anche dopo 27 anni di prigionia perchè accusato di aver cospirato contro il governo sudafricano. E’ stato uno degli uomini più eminenti di sempre.
Io sono cresciuto sapendo di quest’uomo imprigionato in Sud Africa e come milioni e milioni di persone nel mondo ho gioito quando è stato liberato nel 1990.
E’ uscito di prigione ed è diventato il primo presidente nero del Sud Africa, capeggiando il movimento politico contro il regime d’apartheid del governo. Ha fatto grandi cose per queste persone.
Mandela ha sacrificato la sua stessa libertà affinché la sua gente potesse essere considerata uguale ai nativi del Paese perché sapeva che qualcosa doveva cambiare ed è stato disposto ad andare in prigione per affermare questo principio.
E’ stato l’esempio vivente di chi deve fare la cosa giusto a qualunque costo. Questo è un vero uomo. Infatti, una delle frasi più famose è: “Se il mio tempo finisse, rifarei le stesse cose. Solo chi osa può considerarsi un uomo”.
Riposa in pace, Nelson Mandela. Posso solo sperare che anche altri prenderanno una pagina dal tuo libro. I tuoi terribili 27 anni sono stati una benedizione per tutti noi”.

randyblythe

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi