Pretty Boy Floyd – Recensione: Kiss To Death (A Tribute To Kiss)

Gli album tributo sono sempre un’arma a doppio taglio. Sicuramente rivisitare brani di band che hanno fatto la storia del rock ha un appeal commerciale notevole, ma se le cover seguono in modo speculare le canzoni originali ci si chiede qual’è il valore aggiunto che ci spinge a comprarlo. Se invece, stravolgono troppo lo spirito originario si grida al sacrilegio! I Pretty Boy Floyd decidono di seguire la prima strada rendendo omaggio ai propri idoli: i Kiss.

La track-list è molto interessante. Oltre ai classici “Detroit Rock City”, “Shout It Out Loud” e “Love Gun”, la band decide di dare maggiore riconoscenza ad alcune canzone rimaste un po’ oscure nel repertorio dorato del bacio, come “Room Service” o “Creatures Of The Night”. Questo dimostra che l’operazione è genuina, fatta solo per divertimento e devozione. I PBF mantengono l’ossatura delle canzoni, non cambiando nulla. C’è un’assoluta cura dei dettagli, tutti gli assoli, i cambi di tempo, addirittura le automobili di “Detroit Rock City” sono gli stessi della “casa madre”, l’unica cosa che varia è qualche acuto, hair-metal style, di Steve Summers, ma d’altronde un marchio di fabbrica ci doveva pur essere. La produzione non è eccelsa (alla regia il chitarrista Kristy Majors), ma nessuno si aspettava certo i suoni puliti e corposi di Bob Ezrin. Ovviamente non stiamo parlando di nulla di imprescindibile, ma sicuramente meglio di quanto mi aspettassi e, da grande fan dei Kiss, dico addirittura che è il miglior tributo che sia mai stato fatto in onore della band, superiore a quell’orribile “Kiss My Ass”, curato da Paul e Gene stessi.

Bravi ai Pretty Boy Floyd che ci offrono “nothing…but a good time

Voto recensore
SV
Etichetta: Autoproduzione

Anno: 2010

Tracklist:

01. King Of The Night Time World
02. Room Service
03. I Stole Your Love
04. I Love It Loud
05. Goin’ Blind
06. Deuce
07. Creatures Of The Night
08. Detroit Rock City
09. Firehouse
10. Love Gun
11. Shout It Out Loud
12. Christine 16
13. Strutter
14. Let Me Go Rock n Roll
15. Black Diamond


Sito Web: http://www.prettyboyfloydband.com

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi