Kiss: smentita bufala sulla diatriba legale con la famiglia di Carr

E’ soltanto di ieri la notizia del fatto che i parenti del compianto Eric Carr – batterista della band scomparso nel 1991 – abbiano citato in giudizio i Kiss con l’accusa di non aver corrisposto a Eric i dovuti compensi quando era ancora in vita.
Stando a quanto riportato dai giornali, secondo la la famiglia, la diatriba legale non sarebbe nata se i soldi fossero stati corrisposti dalle case editrici, cosa che invece (sempre secondo la famiglia) è stata fatta per gli altri.
Una brutta pagina che certo non aiuta a rasserenare il clima in casa Kiss, passato e presente. Peccato però che a quanto pare fosse tutta una bufala!

A seguito della news, Paul Stanley ha twittato sul suo profilo delle parole di supporto nei confronti della famiglia di Carr:

La famiglia di Eric Carr è sconvolta dalla notizia di una causa intentata a loro insaputa o senza il loro supporto. Ci occuperemo di questo tentativo di truffa in modo appropriato.

La sorella di Eric Carr, Loretta Caravello, ha apprezzato le parole di Paul e ha allora deciso di scrivergli la seguente lettera a nome della famiglia.

Ciao Paul,

Qui Loretta, la sorella di Eric. Io e la mia famiglia vorremmo ringraziarvi per essere accorsi così rapidamente a difesa della mia famiglia.

Eravamo davvero scioccati come voi quando abbiamo letto quelle sciocchezze sull’articolo del giornale. Non sapevamo niente di tutto ciò!

Quindi grazie per aver contribuito a spegnere questo fuoco e fermare i commenti negativi sulla mia famiglia.

Mio fratello amava i Kiss e non avrebbe mai fatto nulla che potesse ferire la band. Abbiamo sempre rispettato questo e continueremo a mantenere la sua memoria con i Kiss sempre sotto una luce positiva.

Congratulazioni per la Hall of Fame! Sappiamo che avete provato ad includere tutti ma non importa ciò che succede, sappiamo che Eric è sorridente ed orgoglioso di essere stato in una tale grande band.

Cordiali saluti,
La famiglia Caravello

Kiss

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi