Kent Hilli – Recensione: Nothing Left To Lose

Prodotto da Jimmy Westerlund (One Desire), il secondo album del frontman dei Perfect Plan è la conferma del suo assoluto talento e di una posizione di primissimo piano nel panorama del melodic rock. “Nothing Left To Lose” è una collezione di pezzi scritti per valorizzare appieno le grandi capacità vocali e di interpretazione di Kent Hilli, agganciati alla tradizione melodica scandinava – Europe anni ’80 su tutti – ma portati nell’attualità grazie a sonorità pulite e precise, merito di una produzione impeccabile e centrata.

Il senso di urgenza che permea “Too Young” ci porta subito nel cuore di una proposta musicale che avanza con passione e competenza, destinata a far breccia nei cuori dei fan del genere. Un effetto che viene confermato anche dalla costruzione esemplare del crescendo che caratterizza la title track, impreziosita da un senso di ineluttabile malinconia. “Could This Be Love” mette in mostra un piglio più leggero e diretto così come la solare “Start It All Over”, valori aggiunti con i loro ammiccamenti all’AOR.

Pur con qualche piccola sbavatura nella seconda metà dell’album, che presenta alcuni passaggi meno incisivi e altri troppo sdolcinati e penalizzati da qualche cliché di troppo, l’album complessivamente colpisce nel segno e chiarisce, come scritto in apertura, la statura di Kent Hilli.

Etichetta: Frontiers Music

Anno: 2023

Tracklist: 01. Too Young 02. Nothing Left To Lose 03. Could This Be Love 04. A Fool To Believe 05. Every Time We Say Goodbye 06. Stronger 07. Does He Love Like Me 08. Start It All Over 09. Heard It All Before 10. Saving Us 11. Only Dreaming
Sito Web: https://www.facebook.com/kenthilli

giovanni.barbo

view all posts

Appassionato di cinema americano indipendente e narrativa americana postmoderna, tra un film dei fratelli Coen e un libro di D.F.Wallace ama perdersi nelle melodie zuccherose di AOR, pomp rock, WestCoast e dintorni. Con qualche gustosa divagazione.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi