Sideburn – Recensione: Jail

Arrivano dalla Svizzera, ma con gli AC/DC nel cuore, i Sideburn sono nati nel 1986 (allora si chiamavano Genocide) e propongono sano ed onesto rock’n’roll. Sporco, grezzo, divertente, senza disdegnare spruzzate di ZZ Top e una strizzata d’occhio ai connazionali Krokus, il sound della band non colpirà certo per originalità, ma è dannatamente efficace, anche considerando che l’esperienza accumulata consente al combo elvetico di comporre canzoni semplici e dirette, “rubando” dai maestri del genere senza scadere nel plagio. Scorrendo i titoli, si può facilmente intuire che non si discute dei massimi sistemi, ma in fondo certi album nascono semplicemente per essere ascoltati a tutto volume, senza se e senza ma.
E così i Sideburn mettono in fila dodici pezzi divertenti e frizzanti, di quelli che proprio non puoi fare a meno di alzarti e cominciare a ballare. Esemplare, in questo senso, la trascinante “Long Beard And Boogie”. La band è capitanata da Roland Pierrehumbert, voce graffiante d’ordinanza e armonica che colora ed aggiunge sostanza in più di qualche occasione. Sufficientemente creativo, ma soprattutto corposo, il riffing di Fred Gudit e Boris, la sezione ritmica svolge un compitino non troppo difficile, ma anche in questo caso poco importa. Quel che conta è la passione e il divertimento, e per questo in fondo l’attacco di “Live To Rock”, il chorus da gridare a squaciagola di “One Night Stand” e “Lazy Daisy”, che potrebbe benissimo essere un pezzo della band di Angus Young, svolgono appieno il loro dovere. “Chase The Rainbow” e “The Red Knight” sono altri due buoni brani, ma il pezzo forte i Sideburn lo tengono in serbo per il finale: “Creedence Vibe”, con la sua lunga cosa strumentale, si discosta dal resto dell’album ed al tempo stesso ne costituisce il naturale sfogo.
Se siete stanchi di tecnicismi ed elucubrazioni mentali, se avete voglia di buon vecchio e polveroso rock’n’roll, “Jail” non vi deluderà.

Voto recensore
7
Etichetta: Metal Heaven / Frontiers

Anno: 2011

Tracklist:

01. Live to Rock
02. Devil and Angel
03. One Night Stand
04. Rock'n'Roller
05. Lazy Daisy
06. Jail
07. Chase the Rainbow
08. The Red Knight
09. Long Beard and Boogie
10. Good Boy
11. Kiss of Death
12. Creedence Vibe


Sito Web: http://www.myspace.com/sideburnrock

giovanni.barbo

view all posts

Appassionato di cinema americano indipendente e narrativa americana postmoderna, tra un film dei fratelli Coen e un libro di D.F.Wallace ama perdersi nelle melodie zuccherose di AOR, pomp rock, WestCoast e dintorni. Con qualche gustosa divagazione.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi