Disturbed – Recensione: Indestructible

“Indistruttibili” nonostante le numerose critiche piovute loro addosso, soprattutto da parte della stampa specializzata europea, i Disturbed proseguono “indisturbati” il loro cammino in quel settore metal che in tempi diversi abbiamo chiamato crossover, nu metal o semplicemente alternative e che abbiamo citato recentemente per una band assimilabile ai nostri ovvero i Sevendust; è anche innegabile che oltreoceano i Disturbed godano di una reputazione di rilievo confermata da una serie numerosa di videoclip girati nel corso degli anni così come di riscontri di vendita notevoli già dal loro esordio (tra singoli di successo, partecipazioni a colonne sonore, ecc…).

Il cantato di David Draiman è al solito saltellante, rappato e debitore dell’indimenticato Layne Staley (“The Night”) ma è forse intriso di una profondità che non gli abbiamo mai riconosciuto in passato; il protagonismo del guitar work di Dan Donegan è palese (“Perfect Insanity”) ma su “Indestructible” questa sembra ancor più radicato che in passato nel metal più classico (un po’ come accaduto per gli ultimi Ill Niño). Purtroppo la parte finale del CD scivola via anonima presentandoci i pezzi peggiori del lotto e lasciandoci un ‘immagine un po’ sbiadita di un lavoro che al contrario per certi versi si rivela particolarmente a fuoco.

Voto recensore
6
Etichetta: Reprise / Warner

Anno: 2008

Tracklist:

01. Indestructible

02. Inside The Fire

03. Deceiver

04. The Night

05. Perfect Insanity

06. Haunted

07. Enough

08. The Curse

09. Torn

10. Criminal

11. Divide

12. Façade


Sito Web: http://www.myspace.com/disturbed

alberto.capettini

view all posts

Fan di rock pesante non esattamente di primo pelo, segue la scena sotto mentite spoglie (in realtà è un supereroe del sales department) dal lontano 1987; la quotidianità familiare e l’enogastronomia lo distraggono dalla sua dedizione quasi maniacale alla materia metal (dall’AOR al death). È uno dei “vecchi zii” della redazione ma l’entusiasmo rimane assolutamente immutato.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi