Nightwish – Recensione: Imaginaerum – The Score

Dopo l’enorme successo ottenuto grazie alla mastodontica opera “Imaginaerum”, ecco arrivare sul mercato musicale “Imaginaerum – The Score”, il nuovo pargolo targato Nightwish. Coloro che si aspettano un album imponente come l’ultimo, si mettano l’anima in pace perché “The Score” non è altro che una rivisitazione in chiave orchestrale della precedente fatica di casa Nightwish.

Portato alla luce con la preziosissima collaborazione di Petri Alanko, noto flautista della Sibelius Academy, che pare abbia in gran parte collaborato agli arrangiamenti orchestrali, l’album, come per altro lo stesso titolo sottolinea senza inganni o diverse pretese, presenta l’intera colonna sonora dell’omonimo film. Se da una parte c’è da dare atto di un’estrema sincerità nel presentare questa release esattamente per ciò che è, risulta evidente sin da subito il fatto che quest’album non ci convinca appieno.

Nonostante l’innegabile “buona confezione” (e mi riferisco all’ottimo lavoro compiuto sull’arrangiamento, la perfomance, la qualità delle registrazioni e via dicendo) e le manifeste intenzioni del prodotto, è chiaro come un disco di questo tipo non possa accontentare le esigenze dei fan, sempre affamati di nuovo materiale originale e tutto sommato un po’ stufi di queste pubblicazioni quanto continue quanto poco incisive. Ci troviamo, infatti, di fronte a una produzione che niente aggiunge e niente toglie alla carriera della band e che va silenziosamente ad accodarsi a quella che era stata la grande scia di successi legati d Imaginaerum come disco e come film.

Esaurita la grande stagione di Imaginaerum, attendiamo quindi qualcosa di più nuovo e fresco dai Nightwish e rimandiamo i giudizi a quando, effettivamente, ci sarà davvero qualcosa da giudicare.

Voto recensore
6
Etichetta: Nuclear Blast

Anno: 2012

Tracklist:

01. Find Your Story
02. Orphanage Airlines
03. Undertow
04. Spying In The Doorway
05. A Crackling Sphere
06. Sundown
07. Wonderfields
08. Hey Buddy
09. Deeper Down
10. Dare To Enter
11. I Have To Let You Go
12. Heart Lying Still
13. From G To E Minor


Sito Web: www.nightwish.com

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. Andrea 'Gilby" Giliberto

    come già detto in altre recensioni, essendo una colonna sonora andrebbe trattata per tale e aspettare di vedere il film per cui è stata realizzata prima di giudicare, per capire se sia realmente azzeccata per il tipo di scene che il lavoro di Stobe Harju ci propone.
    Detto questo, anche un minimo di conoscenza del cinema non sarebbe male.
    Ad ogni modo, ammetto che questa sia una delle poche recensioni che frena un pò nelle critiche avendo capito che non si tratta di un album metal da recensire…

    P.S.: questa non è una rivisitazione orchestrale dell’album. È più un riarrangiamento in chiave decisamente elettronica dei tratti più salienti dello stesso. La versione orchestrale è il CD 2 della Tour Edition.

    Reply
    • Blagoja Belchevski

      C’è anche da dire però che questo è un sito che recensisce musica, e non film. Capisco il tuo punto di vista, ma il promo di “The Score” gli è stato mandato come un CD a sé stante (come a tutte le webzine, del resto), e loro hanno il dovere di trattarlo come tale, e nonchè pubblicare la recensione nel più breve tempo possibile, e quindi non possono permettersi di aspettare che esca il film per guardarselo prima di recensire il CD.
      Se i Nightwish e la NuclearBlast avessero voluto che il CD fosse recensito in rapporto al film, avrebbero incluso anche il film al promo.

      Detto questo, faccio i miei complimenti ad Arianna, che, come ha ribadito Andrea, ha capito che non si trattava di un album metal da recensire ed ha evitato di criticarlo pesantemente, a differenza di alcune webzine che, smaniose di confermarsi “true metal”,
      lo hanno stroncato senza riflettere due volte.

      Reply (in reply to Andrea 'Gilby' Giliberto)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi