Glacial Fear – Recensione: Illmatic

I ‘Millenium Bugs’ appartengono alla voragine del web, innocentemente depositati presso il sito ufficiale della band. Indispensabili per capire quei link mancanti fra un’uscita ufficiale e l’altra. E’ di nuovo millennio che si suona, dopo la ‘Fetish Parade’ in questo ‘Illmatic’. Un ep, breve, come un bacio fatale che lascia il retrogusto di una band nuovamente ispessita, nuovamente maturata, nuovamente alle prese con il proprio thrash ed il prorio hardcore intesi come mezzi non necessariamente scissi e differenti ma come pasta del Glacial Fear pensiero. Un pensiero ovviamente deviato, deviante e poco rassicurante. Insomma, come quella musica che ci piace tanto e che non accenna a perdere – almeno in alcune sue creature più interessanti – il proprio mordente.

Le aperture di ‘Delta 9: Green Power’ sono squarci spaventosi su universi che partono dalla violenza ed instillano speranza. ‘Cruel Culture’ è storta quanto basta per non poter essere classificata in alcun filone particolare, deviante zapping in un testo che deflagra dietro la mente. ‘Lives Before Profit’ è il primo urlo, diretto e brutale, giocato sul bilico delle identità thrash ed hardcore, rabbia e veleno gettati su un Sistema che nessuno sente come proprio ma che tutti vivono. La traccia più "classica", se di classico si può parlare in Glacial Fear, è una presa di coscienza dell’Uomo, un ‘Permanent Conflict’ che lascia senza fiato nella sua pesantezza. Il saluto di ‘Do Not Abuse’ getta un ponte fra questo bacio ed un rapporto più lungo che arriverà solo quando sarà marcita del tutto anche l’ultima certezza, soltanto quando le nuove frontiere di Glacial Fear decideranno che sarà il momento opportuno di fare un altro passo, di lasciarci entrare ancora un po’ in questo mondo spaventoso.

Etichetta: New LM Records

Anno: 2004

Tracklist: 01. Lives Before Profit
02. Permanent COnflict
03. Delta9: Green Power
04. Cruel Culture
05. D.N.A. (Do Not Abuse)

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi