Two Fires – Recensione: Ignition

Giunti alla seconda release dopo l’omonimo esordio del giugno 2000, i ‘Two Fires’ del cantante Kevin Chalfant e del chitarrista Josh Ramos tornano sul mercato con questo ‘Ignition’, disco capace di proporci ancora una volta un A.O.R. suonato con bravura e passione, in cui si alternano con sapienza episodi più vivaci e tirati a song dai tempi maggiormente rilassati ed intimisti. Si parte con la title-track, traccia che si articola su buoni ritmi e che propone cori e seconde voci coinvolgenti ma mai eccessivamente invadenti e che prende quota nel finale dopo il pregevole assolo di Ramos, con un drumming che si fa via via più sostenuto; con ‘Somewhere Far Away’ sembra di tornare ai tempi del miglior Bryan Adams grazie al riff piuttosto incisivo e al break centrale caratterizzato ancora da un ottimo solo di chitarra, dopodiché si fa luce la prima ballad (‘More Than A Mistery’), che si gioca interamente su un caldo e suggestivo tappeto di tastiere. Il disco sostanzialmente si sviluppa su questi registri, alternando episodi più rockeggianti e dalle cadenze decise e corpose come ‘You’re Bringing Me Down’, ‘I Will Remeber You’ e ‘I See Red’ a tracce dalle tinte delicate e d’atmosfera come ‘I’m Falling’ e soprattutto la conclusiva ‘What The Whole World Needs To Know’, ballata davvero emozionante e a mio giudizio sottofondo adattissimo per una serata romantica da trascorrere con la vostra anima gemella. Non posso insomma esimermi dal ritenere che Chalfant abbia sfornato un lavoro davvero ottimo, realizzato con cura e maestria anche grazie alle indubbie capacità dei suoi compagni di strada (a parte Ramos hanno collaborato tra gli altri l’ex-Foreigner Jeff Jacobs alle tastiere e l’ex-Vicious Rumors Atma Anur alla batteria), elevandosi a portabandiera di un certo modo di intendere il rock melodico sulla scia di nomi illustri come Journey e Boston; un disco di classe, caldo, ricco di canzoni che si stampano subito in mente e che costituirebbero la colonna sonora ideale di un qualsiasi viaggio, intrapreso magari di notte lungo un’interminabile autostrada, mentre le luci sfrecciano veloci al di là del finestrino… Consigliatissimo a tutti gli amanti di queste sonorità e anche a chi ogni tanto si stufa di correre sempre alla velocità della luce e ama godersi qualche momento della sua giornata assaporandolo a lungo.

Voto recensore
7
Etichetta: Frontiers

Anno: 2002

Tracklist: Ignition / Somewhere Far Away / More Than A Mystery / You’re Bringing Me Down / I’m Falling / I See Red / This Night / The Man I Want To Be / I Will Remember You / What The Whole World Needs To Know

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi