Lionheart – Recensione: Hot Tonight (ristampa 2008)

Che Dennis Stratton fosse il meno “cattivo” dei primi Maiden è fatto piuttosto risaputo. Più che il duro metallo il nostro ha sempre amato la melodia del rock di classe e le armonizzazioni vocali. Estromesso da una band che ormai puntava ad incarnare il verbo del heavy metal Stratton non può che dedicarsi alla musica che gli nasce dal cuore. “Hot Tonight” esce nel 1984 per la major Cbs ed è una gemma rilucente di melodic rock inglese che guarda sia al sound classicamente abionico, sia al trasbordante e tastieristico pomp-aor d’oltreoceano che al tempo invadeva la classifiche. Un ibrido creato ad arte che si deve probabilmente al fatto che la produzione esecutiva fu americana e il disco venne inciso a Los Angeles. “Wait For The Night” mette in chiaro da subito le carte a disposizione della band: la voce di Chad Brown è splendida, solare e carica di emozione, gli spigoli più rock vengono smussati dalla produzione e dall’uso costante dei cori. In questo brano e in “Another Crazy Dream” fa addirittura la sua comparsa un sax ad armonizzare affiancato alle chitarre. Una vera delusione per chi all’epoca si aspettava di ascoltare del sano hard & heavy di matrice anglosassone. Ma assodato quale sia il campo di gioco scelto dal gruppo non si può che apprezzare la qualità del materiale proposto. “Tower Of Silver” è scintillante, pomposa e insistentemente percorsa da cori magniloquenti. “Living In a Dream” è una ballata appassionante. E “Dangerous Game” trasfigura il rock duro dei seventies nel più vellutato mondo del pomp da classifica. Ma la verità è che non ci sono momenti vuoti e la qualità del songwriting è sufficiente a fare centro pieno infilando nove brani di valore indiscutibile. La chitarra di Stratton si trova perfettamente a proprio agio in uno stile così melodico e si fa protagonista senza diventare mai invadente, abbellendo le song con assoli di gusto e grande varietà stilistica. Davvero un bel disco, che non ha nulla a che vedere con la NWOBHM e che forse per questo è stato mal valutato al tempo dell’uscita. Ben venga quindi questa ristampa a ridare visibilità alla qualità di artisti di vero spessore.

Etichetta: Krescendo

Anno: 1984

Tracklist: 01. Wait For The Night
02. Are You Hot Tonight
03. Die For Love
04. Towers Of Silver
05. Don't Look Back In Anger
06. Nightmare
07. Lives In A Dream
08. Another Crazy Dream
09. Dangerous Game

riccardo.manazza

view all posts

Incapace di vivere lontano dalla musica per più di qualche ora è il “vecchio” della compagnia. In redazione fin dal 2000 ha passato più o meno tutta la sua vita ad ascoltare metal, cominciando negli anni ottanta e scoprendo solo di recente di essere tanto fuori moda da essere definito old school. Il commento più comune alle sue idee musicali è “sei il solito metallaro del cxxxo”, ma d'altronde quando si nasce in piena notte durante una tempesta di fulmini, il destino appare segnato sin dai primi minuti di vita. Tra i quesiti esistenziali che lo affliggono i più comuni sono il chiedersi il perché le band che non sanno scrivere canzoni si ostinino ad autodefinirsi prog o avant-qualcosa, e il come sia possibile che non sia ancora stato creato un culto ufficiale dei Mercyful Fate.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi