Ronnie James Dio – Recensione: Holy Diver Live (DVD)

Ulteriore celebrazione per Ronnie James Dio e la sua band, con un DVD live che ripropone per intero l’album che, più di altri targati Dio, ha fatto la storia dell’hard rock. ‘Holy Diver’ è eseguito in tutti i suoi episodi, che uno dopo l’altro ci ricordano ancora una volta la maestà del piccolo grande cantante. Ma francamente non ce n’era più di tanto il bisogno. Riprese e suono perfetti, quel che manca a quest’uscita è il materiale extra che possa aggiungere qualcosa a quanto è già stato scritto e detto: la sezione dedicata alle interviste, ad esempio, è sconclusionata e priva di sostanza.

Certo, fa sempre piacere ed anche un certo effetto vedere il cantante che, alla sua ormai ragguardevole età (esteticamente il passare degli anni è impietosamente ritratto nelle non più agili movenze di Ronnie James), non ha perso una briciola di voce. Fa piacere vedere che ad accompagnarlo ci sono sempre musicisti di grande valore, ormai suoi compagni d’avventura storici. Eppure manca quel qualcosa in più che tenga lontano il rischio della noia, risentendo per l’ennesima volta e senza nessuna variazione di sorta brani che dovremmo conoscere a memoria.

Interessante – per quanto non originale, ma non è di questo che si fa una colpa – la scelta di eseguire per intero un album, quasi a volerne ricatturare lo spirito. L’efficacia, però, è stroncata proprio da quella scarsa presenza scenica dovuta al tempo trascorso.

Voto recensore
5
Etichetta: Eagle Vision/Edel

Anno: 2006

Tracklist:

01. Tarot Woman

02. Sign Of Southern Cross

03. One Night In The City

04. Stand Up And Shout

05. Holy Diver

06. Gypsy

07. Caught In The Middle

08. Don't Talk To Strangers

09. Straight Through The Heart

10. Invisble

11. Rainbow In The Dark

12. Shame On The Night

13. Gates Of Babylon

14. Heaven & Hell

15. Man On The Silver Mountain

16. Long Live Rockn'roll

17. We Rock


giovanni.barbo

view all posts

Appassionato di cinema americano indipendente e narrativa americana postmoderna, tra un film dei fratelli Coen e un libro di D.F.Wallace ama perdersi nelle melodie zuccherose di AOR, pomp rock, WestCoast e dintorni. Con qualche gustosa divagazione.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi