Metallus.it

AC/DC – Recensione: High Voltage

Erano appena dei ragazzini quando gli AC/DC sfornarono questo magnifico lavoro. Al basso c’era ancora Mark Evans, prima di essere successivamente (in Powerage) sostituito, in pianta stabile, da Cliff Williams. Infatti il punto forte è un sound fresco, giovanile, pazzo ma allo stesso tempo quadrato e orecchiabile. Si va dall’hard rock di “It’s A Long Way To The Top” al blues di “The Jack” e di “Little Lover“, passando per il tipico Ac/Dc rock n’roll e blues sound di “Rock N’Roll Singer“. Ogni canzone è una chicca e ha le qualità per diventare una pietra miliare del rock. Da avere assolutamente..

Exit mobile version