Liberty ‘n Justice – Recensione: Hell Is Coming To Breakfast

Undici album in vent’anni di carriera sono un traguardo che qualsiasi band ambirebbe probabilmente a raggiungere. Peccato che l’ansia da festeggiamenti abbia un po’ offuscato la vista ai paladini di Cristo Liberty ‘n Justice. Nello specifico, oltre a una copertina imbarazzante, l’album contiene alcuni pezzi inediti, che avrebbero dovuto far parte di un doppio CD in uscita nel 2013, scartati perché per questo lavoro c’è già troppo materiale, una raccolta di versioni alternative di brani già esistenti e un paio di “previously unreleased in CD”, ciascuno dei quali è supportato dalla partecipazione di molti ospiti speciali, appartenenti a band come Great White, XYZ, Enuff ‘Z Nuff, King Cobra, Saint e altri.

I Liberty ‘n Justice sono sicuramente una band da apprezzare per la coerenza con cui hanno portato avanti il loro pensiero, per le battaglie sociali e l’occhio attento verso la beneficenza (basti ricordare che parte dei profitti derivanti dalla vendita dell’EP “Chasing A Cure”, pubblicato nel 2010, sono stati destinati a fondi di ricerca per la cura dell’epilessia), ma quando i brani sono carenti di sostanza, si possono chiamare tutti gli ospiti del mondo e il risultato sarà comunque scarso. Si parte comunque bene, l’inedito “Hell Is Coming To Breakfast” è un pezzo abbastanza valido nella sua semplicità, ma proseguendo nel’ascolto non si riescono a trovare altri episodi degni di nota.

Unica eccezione, il brano conclusivo, il demo acustico di “Sin”, che verrà ricordato per essere l’ultima incisione ufficiale fatta da Jani Lane, ex cantante dei Warrant, prima di andare a morire in totale solitudine lo scorso agosto. La frase “Let me be the man I could have been” ricorre nel testo, quasi un monito per chi non è riuscito a riscattarsi in questa vita, ma la voce di Jani Lane, sebbene indebolita, è ancora quella suadente dei tempi d’oro, e questo basta.

Voto recensore
6


Anno: 2012

Tracklist:

01. Hell Is Coming To Breakfast 04:17
02. Madhatter 03:21
03. Whack A Mole 03:27
04. Thanksful Heart 03:19
05. Nakatomi Plaza 03:20
06. Stretch 03:18
07. Get Down 03:26
08. Your Memory Just Won’t Do (Previously Unreleased on CD) 03:57
09. Thy Will Be Done (Demo Version) 04:20
10. What Do You Believe? 04:31
11. Monkey Dance (Alternate Mix) 03:30
12. Sin (Acoustic Version) 04:18


Sito Web: http://www.libertynjustice.net/

anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi