Heavens Edge – Recensione: Heavens Edge (Ristampa 2010)

Originari di Philadelphia, città della costa est che diede i natali ai Cinderella, Britney Fox e Tangier, gli Heavens Edge sono stati il prototipo della band hair metal americana. Se provassimo a tirare fuori il meglio dai Night Ranger, per l’indiscutibile tecnica, Bon Jovi, per l’appeal commerciale e Skid Row, per l’attitudine street, con buone probabilità otterremo gli Heavens Edge.

Formati da Reggie Wu (chitarra) e Mark Evans (voce), con un passato da bassista nei Network, gli Heavens Edge possedevano tutti gli attributi, indispensabili, per conquistare le masse: canzoni, perizia strumentale, vigore giovanile e phisique du role da rocker. Basta fare una breve ricerca su Youtube per vederli in azione e godersi i loro video clip.

Pubblicato nel 1989, l’album di debutto riversa un sound pazzesco, merito del lavoro svolto da Neil Kernon (Dokken, Autograph, Kansas e Queensryche), grazie alla sua produzione il class metal è spettacolarizzato, l’album suona come meglio non si potrebbe (ancora oggi!), esaltandone il groove e mettendo in risalto tutte le loro peculiarità stilistiche.

Alla Rock Candy non si smentiscono neanche stavolta, il lavoro svolto per masterizzare “Heavens Edge” è esimio, ponendo in evidenza le qualità di un album perfetto, sotto qualsiasi angolazione, facendone gustare l’impressionante dinamica e la qualità dei suoni. “Play Dirty”, “Skin To Skin”, “Bad Reputation”, “Can’t Catch Me”, “Come Play The Game” e “Don’t Stop, Don’t Go” sono canzoni che fanno saltare sulla sedia ancora oggi. Questa versione contiene tre inediti, brani in versione demo che rafforzano l’idea del potenziale musicale degli Heavens Edge.

Stellare!

Etichetta: Rock Candy / Audioglobe

Anno: 1990

Tracklist: 01. Intro
02. Play Dirty
03. Skin To Skin
04. Find Another Way
05. Up Against The Wall
06. Hold On To Tonight
07. Can’t Catch Me
08. Bad Reputation
09. Daddy’s Little Girl
10. Is That All You Want?
11. Come Play The Game
12. Don’t Stop, Don’t Go
13. Superstition (demo)
14. U Got It (demo)
15. Just Another Fire (demo)

Sito Web: http://www.myspace.com/comeplaythegame

2 Comments Unisciti alla conversazione →


  1. Alberto Capettini

    Mamma mia che spettacolo di ristampa…qui la Rock Candy si è proprio superata! Certo la base era già di un certo spessore…

    Reply
  2. Giulio B

    è UN CD CHE RIASCOLTO SEMPRE CON GRANDISSIMO PIACERE.
    SONO PASSATI BEN 24 ANNI DALL USCITA DI QUESTO PICCOLO GIOIELLO DEGLI HEAVENS EDGE MA è COME FOSSERO PASSATE POCHE SETTIMANE.
    QUESTO FA CAPIRE LA QUALITà DI QUESTO LAVORO, MAGARI, NON GRANCHè PUBLICIZZATO MA CHE VAle la PENA di ASCOLTARE.
    PRONTI? VIA: IL FILOTTO DELLE PRIME 7 CANZONI E PIU CHE SUFFICENTE X GRIDARE: WOW!!!!.
    TRA LE MIE PREFERITE, LA SUPERBA BALLAD “HOLD ON TO TONIGHT”
    voto 8

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi