Black Sabbath – Recensione: Heaven And Hell

In una discografia vastissima e piena di episodi fondamentali per lo sviluppo dell’heavy metal come quella dei Black Sabbath, forse qualcuno potrebbe anche arrabbiarsi se diciamo che ‘Heaven And Hell’ è il miglior disco della band inglese. Molti infatti sono legati all’immagine di una band che fa della mistura hard rock e blues, di sonorità oscure e pesanti il proprio marchio di fabbrica. Ma è indubbio che, dopo il buon ‘Sabotage’ datato 1975, la parabola artistica dei Black Sabbath stava prendendo il sentiero dell’involuzione. A complicare le cose, l’allontanamento del frontman storico della band Ozzy Osbourne aveva fatto pensare alla fine del verbo dei Sabbath.

E invece, come solo i grandi sanno fare, Iommi, Butler e Ward hanno dato vita a un breve ma fruttuoso sodalizio con la Voce del metal, quel Ronnie James Dio che aveva messo il luce le proprie doti canore qualche anno prima con i Rainbow. L’arrivo del nuovo cantante, e probabilmente un rinnovato equilibrio all’interno della band, ha portato i Sabbath a concepire il disco della raggiunta maturità artistica. La forma smagliante dei singoli musicisti raggiunge in ‘Heaven And Hell’ livelli di assoluto splendore e di qualità. Le canzoni suonano energiche e ariose come mai prima di allora, mentre una voce all’altezza e soprattutto una produzione di rango, nobilitano una prova strumentale e compositiva senza paragone, che raggiunge i suoi vertici nella title track, ma vive episoi entusiasmanti anche nella opener ‘Neon Kinghts’ o nella più cadenzata ‘Children Of The Sea’.

A farci caso, ‘Heaven And Hell’ è un disco (alla stregua di ‘Screaming For Vengeance’ dei Judas Priest) che è anche il paradigma stesso dell’heavy metal, e da cui non si può prescindere.

Etichetta: Vertigo

Anno: 1980

Tracklist:

01. Neon Knights

02. Children Of The Sea

03. Lady Evil

04. Heaven And Hell

05. Wisching Well

06. Die Young

07. Walk Away

08. Lonely Is The World


0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi