Arc Angel – Recensione: Harlequins Of Light

Il nome Arc Angel è legato a doppio filo a quello di Jeff Cannata, che ha creato il monicker nel 1982 e che viene ripescato dal dimenticatoio dopo alcuni anni di silenzio, durante i quali Cannata aveva parzialmente accantonato il rock melodico per orientarsi più verso il progressive rock. “Harlequins Of Light” è quasi un prodotto fatto su misura per Cannata, che in questo album ha suonato praticamente tutti gli strumenti ed è ricorso solo ad alcune sporadiche collaborazioni, dimostrando un unico obiettivo di fondo, cioè il ritorno alle sonorità di inizio carriera.

Nonostante non ci sia un brano che spicca sugli altri per particolarità distintive, “Harlequins…” è un buon lavoro, che potrebbe resistere bene al logorio del tempo. Lascia un po’ perplessi la conclusiva “Legend Of The Mary Celeste”, più che altro perché sembra la sigla di qualche telefilm per teenager, ma per il resto, considerando sia la struttura dei brani che il loro arrangiamento e la produzione, non c’è di che lamentarsi.  Poche le ballad vere e proprie, anche se il romanticismo che trapela da “Through The Night” è di tutto rispetto,  la tendenza principale è verso i mid tempo dinamici, fioriti con assoli di chitarra brevi ma incisivi o intrecci fra piano e voce solista di tutto rispetto. “Fortune Teller” e “California Daze” sono due pezzi allegri e solari, che partono in sordina e crescono man mano, così come “Diamonds And Gold” si fa ricordare per i complessi intrecci di chitarra. Cannata si conferma ancora una volta come un inossidabile sostenitore del rock melodico e dell’AOR poco zuccherato, un autore raffinato che sa giungere dritto al cuore usando relativamente pochi mezzi.

Voto recensore
7
Etichetta: Frontiers Records

Anno: 2013

Tracklist:

01. Harlequins Of Light

02. As Far As The Eye Can See

03. War (BattleWounds Of Life)

04. Voice Of Illuminati

05. Through The Night

06. Amnesia (The Rest Of Your Life)

07. Fortune Teller

08. California Daze

09. Tonight… Forever

10. Get To You

11. Diamonds And Gold

12. Legend Of The Mary Celeste


Sito Web: http://www.cannatamusic.com/

anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

1 Comment Unisciti alla conversazione →


  1. Giulio B

    Devo dire che questo Harlequins Of Light è un album abbastanza particolare e che, per essere ben assorbito, ha bisogno di diversi ascolti.
    Ha uno stile abbastanza “vintage” che ne è pregio e difetto allo stesso tempo.
    Il livello delle canzoni è su un livello discreto e similare seppure non mancano passaggi e sfaccettarure interessanti all interno delle stesse singole songs; manca però una hit da fare alzare la media.
    Segnalo tra le mie preferite:
    05. Through The Night
    07. Fortune Teller
    08. California Daze
    voto 7

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi