AAVV – Recensione: Glam Fest Invasion Vol. 1

Questa compilation è la prima di, si spera, una lunga serie di raccolte dedicate ai vari sottogeneri attivi in Italia (sono in previsione iniziative analoghe per altri generi, ad esempio il dark), ed è nata con l’obiettivo di dare una maggiore visibilità ai gruppi meritevoli di casa nostra. Per questo volume 1, Bologna Rock City Records ha giustamente attinto alle proprie risorse, facendoci compiere un ideale viaggio da nord a sud, che parte dalla Puglia e ci fa arrivare in Emilia.

I Cream Pie, terzi classificati al primo Italian Glam Fest, propongono tre brani tratti dal recente EP “Unsigned”;  il nuovo cantante, Rachel O’Neill, realizza un abito nuovo per tre brani indubbiamente validi, e si dimostra più sicuro, maggiormente dotato di una personalità propria, nei pezzi veloci. I toscani Deadly Tide scelgono invece di compiere un excursus più complesso all’interno del proprio percorso musicale, partendo da un pezzo molto AC/DC oriented, come “Last Blood”, per concludere con una ben più evoluta “Song For Nina”. I Pollution, affiliati storici dell’etichetta felsinea, propongono degli estratti dall’album “Strange Attractors”, pubblicato nel 2010; anche in questo caso si cerca di condensare il meglio di quanto fino ad ora realizzato, ed è in particolare “Maniacal Romance” ad essere valorizzata. Si chiude in bellezza con i Sange::Main:Machine, una delle migliori band emergenti per quanto riguarda il2011. In questo caso la scelta diventa quella di pubblicare un solo estratto dall’album “Ready For The Show”, e di aggiungere “Beer ‘n Roll” e “Born To Be Bastard”, due inediti molto più “leggeri” quanto ad argomenti trattati, ma non per questo meno interessanti, grazie alla loro struttura accattivante già dal primo ascolto, curata al minimo dettaglio. in attesa di ulteriori capitoli della saga, l’avvio è di quelli promettenti.

Voto recensore
7,5
Etichetta: BRC Records

Anno: 2011

Tracklist:

01. Tiger (Cream Pie)

02. Such A Psycho (Cream Pie)

03. The Evil Inside (Cream Pie)

04. Last Blood (Deadly Tide)

05. Welcome To The Party (Deadly Tide)

06. Song For Nina (Deadly Tide)

07. Step Off (Pollution)

08. Maniacal Romance (Pollution)

09. A Shot Burn And Kill' Em (Pollution)

10. Beer N' Roll (Sange:Main:Machine)

11. Born To Be Bastard (Sange:Main:Machine)

12. Hate Sower (Sange:Main:Machine)


Sito Web: http://www.bolognarockcity.com/

anna.minguzzi

view all posts

E' mancina e proviene da una famiglia a maggioranza di mancini. Ha scritto le sue prime recensioni a dodici anni durante un interminabile viaggio in treno e da allora non ha quasi mai smesso. Quando non scrive o non fa fotografie legge, va al cinema, canta, va in bicicletta, guarda telefilm, mangia Pringles, beve the e di tanto in tanto dorme. Adora i Dream Theater, anche se a volte ne parla male.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi