Genere: Progressive Metal

Gojira – Recensione: Fortitude

Quasi cinque anni dopo l’acclamatissimo “Magma” i Gojira, titanica formazione francese tra le più importanti nella sfera del metal moderno, tornano sulle scene con quello che sicuramente è uno dei lavori più attesi di questo 2021: “Fortitude”. Fuori il 30 aprile per l’immacolata Roadrunner Records, come da anni...

Wheel – Recensione: Resident Human

Particolare band in parte finlandese ed in parte inglese i Wheel furono autori un paio d’anni fa di un lavoro, “Moving Backwards” che fece abbastanza rumore nell’underground progressive metal e alternative europeo, tanto da garantir loro uno slot di spalla ai Soen per il tour promozionale di “Lotus”....

Ainur – Recensione: War Of The Jewels

Gli Ainur sono da considerare come uno dei progetti musicali più importanti nella scena tolkieniana a livello mondiale, poiché tutti i loro dischi si concentrano sulla trasposizione in musica delle opere di J.R.R.Tolkien. “War Of The Jewels” è il quinto album di questa interessante realtà musicale, in uscita...

Faro – Recensione: Luminance

La luminanza è una misura fotometrica dell’intensità luminosa per unità di area di luce che viaggia in una data direzione. Descrive la quantità di luce che attraversa, viene emessa o riflessa da una particolare area e rientra in un dato angolo solido. “Luminance” è il secondo album dei...

Nirnaeth – Recensione: Anthropocene

I Nirnaeth nascono a Bergamo il 20 agosto 1990 dall’incontro di Marco  Lippe (batteria,  voce,  tastiere,  membro  fondatore  della  prog-rock band Twenty Four Hours) e Marco“Grey” Tombini (chitarre). Lo  stile  musicale  di  riferimento della  band  è  il  thrash metal  della  Bay Area  Californiana, ma pesantemente infuenzato dal progressive...

Secret Sphere – Recensione: Lifeblood

“Lifeblood”, nuovo album per i Secret Sphere, rappresenta innanzitutto un piccolo evento per la band piemontese. Il disco vede infatti il ritorno all’ovile, dopo quasi dieci anni d’assenza, del cantante “storico” Roberto Messina: re-entry che fa seguito alla lunga parentesi con Michele Luppi dietro al microfono. Un cambio...