Genere: Post Rock

Eremite – Recensione: Dragonarius

“Dragonarius” è l’opera prima degli Eremite, one man band personificata dal polistrumentista Fabio Cuomo. Registrato presso i Green Fox Studios di Mattia Cominotto, “Dragonarius” è un lavoro che esplora la dimensione interiore del musicista. Dragonarius è infatti il nome di un lago che sorgeva nella zona di Genova,...

The Chant – Recensione: A Healing Place

Partiture malinconiche ed appassionate sono quelle che ci propongono questi interessanti quanto sconosciuti The Chant, una proposta “leggermente” in contrasto con la calura estiva che ci pervade. “Outlines” si muove suadente su tonalità care ai Marillion (era Hogarth) più introspettivi e agli Anathema di fine anni ’90; il...

Sigur Ros – Recensione: Valtari

Dopo l’uscita di “Með Suð í Eyrum Við Spilum Endalaust” nel 2008, il futuro dei Sigur Ros sembrava incentro. Le collaborazioni di Jonsì fuori dalla band madre e l’esplicita dichiarazione di aver avvertito la necessità di rivedere quel sound inconfondibile, lasciava pensare che sarebbe passato molto tempo prima...

Frames – Recensione: In Via

Come i loro “cuginetti” Long Distance Calling i Frames propongono musica interamente strumentale basata su saliscendi emozionali dati dalle dinamiche che i musicisti applicano in ogni pezzo; ad onor del vero “In Via” segue il buono “Mosaik” di due anni orsono senza spostare di molto il tiro ed...