Genere: Post Punk

Christine Plays Viola – Recensione: Vacua

Le aspettative maturate dopo l’ascolto dell’Ep “Leocadia” (2013) non sono state disattese. Gli abruzzesi Christine Plays Viola tornano sul mercato discografico con “Vacua”, seconda opera sulla lunga distanza e ambizioso concept dedicato alle “Pitture Nere” di Francisco Goya, ciclo di oli su muro facenti parte dell’ultima fase artistica...

Joy Division – Recensione: Closer

“Closer” non è semplicemente un disco, “Closer” è il testamento di Ian Curtis, l’opera più grande che testimonia il talento e la sensibilità di un artista tormentato e scomparso troppo giovane, troppo in fretta per lasciare forse una traccia definitiva del suo spessore musicale. Ma in fondo “Closer”,...

Beastmilk – Recensione: Climax

I Beastmilk arrivano da Helsinki e definiscono la loro proposta “apocalyptic post punk”. In realtà, alla luce del debut album “Climax”, sarebbe più corretto parlare di un ulteriore “post punk revival”, eseguito però nel migliore dei modi. E’ certo che i finlandesi, che per altro possono vantare una...

Hate Dept. – Recensione: New Ghost

La storia degli Hate Dept. inizia nei primi anni’90, quando la band di Steven Seibold conobbe un discreto successo commerciale (l’opera prima “Myth Your Maker”, del 1994, entrò nella Top Ten degli album di rock alternativo redatta dalla rivista Rolling Stone). Seguirono poi tre album in studio, con...

Thranenkind – Recensione: The Elk

Interessante opera prima per i bavaresi Thranenkind (ovvero Child Of Tears), una band che propone un ibrido tra black metal, depressive rock e alcune divagazioni dal sapore post punk. Come più ovvio termine di paragone potremmo citare i Katatonia del periodo mediano, ma ci sono numerosi riferimenti a...

Hopeajärvi – Recensione: Hopeajärvi

Che sorpresa questi finnici Hopeajärvi, band inquadrabile a grandi linee nel calderone ribollente post-punk, dotata però di una freschezza e di una spontaneità davvero accessibili a pochi. Il loro omonimo debutto, scovato e prodotto dalla sempre attenta Ektro Records, vera mecenate dell’underground nazionale, può riportare alla mente la...