Genere: Pop Punk

Sum 41 – Recensione: Heaven :x: Hell

“Why doesn’t anything good ever last?” È proprio Deryck Whibley a chiederselo nella traccia conclusiva di “Heaven :x: Hell”. Per chi si fosse perso la notizia: il quintetto ha annunciato che, alla fine del tour di supporto per questo doppio album, la band chiuderà i battenti. Da un...

Beartooth – Recensione: The Surface

Che vi fosse qualche novità nell’aria lo si era già capito con l’uscita, ad agosto 2022, del singolo “Riptide”, che ben descrive la dualità dei Beartooth, band americana che festeggia l’undicesimo anno di carriera con l’uscita di “The Surface”.Ma perché parlare di dualità? Perché all’interno dei Beartooth, capitanati...

Archangel – Recensione: Total Dark Sublime

Sangue, sangue dappertutto: se c’è un elemento grafico ricorrente nella presentazione di questa nuova band danese, questo è proprio l’abbondante simil-plasma che ricopre i corpi del terzetto e la copertina del loro primo disco, “Total Dark Sublime”. Fieri della propria dimensione underground – con quarantuno ascoltatori mensili su...

Budderside – Recensione: Budderside

Seconda uscita per la neonata Motorhead Music, l’omonima release degli americani Budderside ha poco da spartire con le sonorità che potremmo aspettarci da un’etichetta di questo nome. Fondati da Patrick Stone (Quiet Riot, Adler’s Appetite, Velvet Revolver) i Budderside sono un misto di rock alternativo, funky, ska, punk,...

The Thermals – Recensione: Desperate Ground

Quattro riff in croce, melodie indovinate, pezzi godibilissimi. I Thermals hanno capito tutto.  E pensare che il three-piece di Portland, negli ultimi tempi aveva smorzato i toni in modo piuttosto intenso, preferendo un pop punk meno ricercato e più orientato alle masse. Invece oggi l’ingranaggio ricomincia a funzionare...

A.F.I. – Recensione: Crash Love

Voglia di cambiamento. Con queste tre semplici e brevi parole può essere riassunto il nuovo album degli Afi, per la precisione l’ottavo in studio. Il successore di “Decemberunderground” (uscito nel 2006), viene descritto dal gruppo californiano come un album caratterizzato da un sound più rock rispetto al precedente...

1208 – Recensione: Turn Of The Screw

La loro patria è la California, credono nel punk e anche nell’hardcore, hanno un approccio divertente e si chiamano 1208. Spensieratezza, disimpegno generale, ingenua forza motrice proveniente dall’emocore ed ecco che ‘Turn Of The Screw’ prende la piega di un disco piacevole, che ti scorre addosso per infondere...