Genere: New Progressive

Leviathan – Recensione: Heartquake/Redux

Negli anni ’80 il prog rock aveva avuto una seconda vita col movimento, nato in Inghilterra, del cosiddetto New Prog, che rivisitava in chiave attualizzata (ovviamente rispetto ai tempi) la lezione dei seventies, producendo band che, in alcuni casi, sarebbero state particolarmente significative, durando anche nel tempo. Quel...

Lifesigns – Recensione: Lifesigns

L’ascolto di questo lavoro evoca situazioni e immagini che si rispecchiano perfettamente anche nell’immagine della copertina (a questo proposito, un piccolo dubbio: la cabina telefonica che si vede sulla sinistra sarà un omaggio al Doctor Who?). La loro musica, un progressive impalpabile, delicato e complesso senza risultare incomprensibile,...