Genere: Melodic Rock

Rian – Recensione: Twenty-Three

I RIAN sono un quartetto svedese proveniente dalla capitale Stoccolma, che ha debuttato nel 2017 con “Out Of Darkness” e che oggi pubblica – accasatosi con Frontiers – il primo di una serie di album che ne inaugurano una sorta di secondo capitolo (“Rian 2.0”) nella promettente carriera....

Big City – Recensione: Testify X

Giusto per sgrombrare il campo da equivoci, ed alimentare le speranze, Frontiers Music presenta I Big City come una band proveniente dalla Norvegia ed in grado di rievocare (dolci) ricordi di Firewind, Queensryche, Magnus Karlsson’s Free Fall, Europe e Fair Warning. Fondati in origine dal chitarrista e compositore...

Toby Hitchcock – Recensione: Changes

Potente e carismatica, la voce di Toby Hitchcock pare fatta apposta per prestarsi a quel rock melodico buono per tutte le stagioni, cullato da un mix di convenzioni e convinzioni che lo rendono sempre simile  a se stesso, eppure capace di sopravvivere ad evoluzioni, contaminazioni, tramonti ed altre...

Devils In Heaven – Recensione: Rise

L’etichetta tedesca AOR Heaven sembra aver scovato, con la pubblicazione di “Rise”, una bella storia di esotismo e lieti fini: i Devils In Heaven sono infatti una rock band proveniente dalla lontana Tasmania, attiva e di qualche successo televisivo nei primi anni novanta e poi inesorabilmente spazzata via...

King Company – Recensione: Trapped

Probabilmente unico Paese al mondo nel quale le uscite heavy metal non sono relegate ad una categoria a parte, la Finlandia rappresenta una fucina inesauribile di talenti, ispirati dalle sue giornate fredde e buie, dai suoi silenzi e dalle sue candide distese di alberi e neve. Orfano inconsolabile...

Kent Hilli – Recensione: The Rumble

Ex giocatore di calcio ed affacciatosi relativamente tardi al mondo della musica, lo svedese Kent Hilli ha accumulato album e esperienze con i Perfect Plan prima di giungere oggi alla pubblicazione del suo primo lavoro da solista. Composto avvalendosi anche della collaborazione di Alessandro Del Vecchio, Pete Alpenborg...

Hunter – Recensione: Hungry Heart

A La Serena, in Cile, ci sono spiagge assolate, osservatori astronomici, delfini e vigneti che forniscono uve per la produzione del pisco, un’acquavite sudamericana che da quelle parti è bevanda nazionale. A La Serena ci sono anche gli Hunter, formazione AOR che pubblica il primo album nel 2018,...

Escape – Recensione: Fire In The Sky

In un momento nel quale le pance dilatate del mercato accolgono tra le loro pareti sempre nuove proposte, anche il ritorno sulla scena di vecchi act appare operazione facile, o almeno facilitata: più canali di ascolto, costi inferiori ed occasioni di visibilità a costo zero rappresentano spesso elementi...