Genere: Melodic Metalcore

Ghøstkid – Recensione: Hollywood Suicide

“Goth-nu-rock-core”. Se c’è qualcosa che ha catalizzato la mia attenzione, quando per la prima volta ho letto la presentazione del nuovo album della band tedesca fronteggiata da Sebastian “Sushi” Biesler, questa è proprio l’inquadramento ardito della sua proposta in una dimensione dai confini tanto confusi. Ma in fondo...

Bleed From Within – Recensione: Shrine

Sono passati solo cinque anni dalla rinascita dei Bleed From Within, quando nel 2018 fecero uscire “Era“, primo disco dopo Uprising (2013). Da lì gli scozzesi non si sono fermati, proponendoci nel 2020 l’ottimo “Fracture” e oggi “Shrine“, album che conferma le intenzioni della band di rimanere tra...

Oceans – Recensione: The Sun and the Cold

Attenzione alle etichette. Le tagline promozionali parlano chiaro: “Le vele sono alzate. Death metal moderno mischiato con elementi nu metal e post rock sferico spiegano la strada per un lugubre viaggio verso l’abisso.” Difficile dire a cosa stavano pensando i promoter durante la scrittura di questo paragrafo, poiché...

Bad Wolves – Recensione: N.A.T.I.O.N.

C’è da battere il ferro finché è caldo, avranno pensato i Bad Wolves prima di far uscire “N.A.T.I.O.N.”, seconda fatica di studio che vede la luce a circa un anno di distanza dall’esordio “Disobey”.Vogliono battere il ferro finché è caldo, potranno pensare i metallari più sospettosi, che aspettano...

Novelists – Recensione: Noir

Giungono alla prova del secondo disco i francesi Novelists, paladini di un modo originale e interessante di intendere (e suonare) Metalcore. Complice una notevole perizia tecnica, i Nostri riesco a coniugare la rabbia esecutiva a un caleidoscopio di soluzione ereditate dal Progressive Metal. Due mondi così lontani – per attitudine...

Northlane – Recensione: Mesmer

A sorpresa arriva il nuovo album dei Northlane, intitolato “Mesmer”: un regalo della band australiana che su UNFD Records e con l’aiuto del produttore David Bendeth (Bring Me The Horizon, Paramore, A Day To Remember) fa vedere la luce ad undici brani in bilico fra metalcore melodico e post-core....

Saviour – Recensione: Let Me Leave

Terzo album per gli australiani Saviour. La band, dopo lo scioglimento improvviso agli inizi del 2014, ritorna sulle scene musicali con una line-up rinnovata grazie all’innesto di ben tre nuovi membri: il chitarrista Daniel Reesy, il bassista Tylar Rettig e la vocalist/tastierista Shontay Snow che affianca il mastermind...