Genere: Melodic Metal

Temperance – Recensione: Diamanti

Oggi i Temperance sono una realtà splendente ed una band molto diversa rispetto ai suoi primi passi, nati nel 2013 ed evoluti in modo spettacolare dopo l’arrivo, nel 2018 dei cantanti Michele Guaitoli e Alessia Scolletti, che hanno affiancato la voce del leader Marco Pastorino. Oltre alla definizione...

Spektra – Recensione: Overload

La maggior parte dei lettori di Metallus non si ricorderà di una band brasiliana di melodic metal, passata sfortunatamente nel dimenticatoio, come i Tempestt di cui questi Spektra sono di fatto una nuova incarnazione; hanno avuto invece decisamente più esposizione il polistrumentista BJ,  cantante di questa formazione, ed...

Devoid – Recensione: Lonely Eye Movement

L’etichetta Frontiers Music ha scelto, ormai da qualche anno, di specializzarsi anche in un filone leggermente diverso da quello che la contraddistingue da sempre. Alcune uscite, infatti, virano verso un versante più moderno e più duro, pur restando sempre nell’ambito più ampio dei generi melodici. I Devoid, band...

Laurenne/Louhimo – Recensione: The Reckoning

Chi l’avrebbe detto che una delle più grosse sorprese del 2021 sarebbe arrivata dalla collaborazione fra due signore dell’heavy metal finlandese come Netta Laurenne, leader degli Smackbound, e Noora Louhimo, vocalist dei Battlebeast? Ebbene sì, siamo a confermarvi che “The Reckogning”, pubblicato dalla nostrana Frontiers Music, è un...

Inner Stream – Recensione: Stain The Sea

Vedrà la luce il prossimo 16 luglio tramite Fronties Music “Stain The Sea”, l’album di debutto degli Inner Stream. Si tratta di un progetto musicale che amalgama all’interno della propria proposta diversi generi, partendo dal metal sinfonico fino all’elettronica, passando attraverso ispirazioni goth ed influenze nu metal. La...

Smackbound – Recensione: 20/20

Gli Smackbound sono una nuova metal band proveniente dalla Finlandia che ha preso vita nel 2015 per volontà della cantante ed attrice Netta Laurenne. Il suo nome potrebbe risultare familiare in quanto la metal singer ha collaborato in passato con nomi come Amorphis, Lordi, Black Sun e Elvenking....

Dynazty – Recensione: The Dark Delight

Prosegue la marcia solenne dei Dynazty nei piani alti del metal melodico: una materia che la band svedese interpreta da ormai dodici anni con grande senso della melodia e una magniloquenza capace di mettere in soggezione anche l’ascoltatore più audace. Una capacità di creare atmosfere che di per...