Genere: Melodic Death Metal

Soilwork – Recensione: Verkligheten

Dopo l’interlocutorio “The Ride Majestic” c’era estrema curiosità nel testare lo stato di forma dei Soilwork, band sulla quale il colosso Nuclear Blast sta investendo notevolmente in termini promozionali. “Verkligheten” significa “Realtà” in svedese, un’entità che i membri della band cercano, attraverso questo lavoro, di rifuggire per una...

Skalmold – Recensione: Sorgir

Partono convinti gli Skálmöd, iniziano a picchiare concreti con “Ljósið”. Manciata di minuti che danza tra Viking e Death Metal melodico (decisamente dai tratti anni ’90), dal coro interessante e dal discreto appeal epico. La successiva “Sverðið” dimezza i tempi e sembra voler citare “da lontanissimo” un certo...

Unanimated – Recensione: Annihilation (Ep)

Sono passati ben nove anni da “In The Light Of Darkness”, primo ed unico album successivo alla reunion della band e a sorpresa, Century Media pubblica “Annihilation”, un Ep contenente quattro inediti dei veterani Unanimated. Band dalle fortune piuttosto alterne, nei loro 30 anni di storia gli Unanimated,...

Kalmah – Recensione: Palo

I Kalmah non sono certo mai stati dei campioni d’originalità, dal momento che fin dal loro esordio “Swamplord”, uscito nell’ormai lontano 2000, hanno astutamente agganciato il treno della commistione fra power e metal estremo, all’epoca lanciato a folle corsa dai connazionali Children Of Bodom. Ora però che i...

Avatar – Recensione: Avatar Country

Sono passati poco meno di due anni dall’ultimo “Feathers & Flesh” e gli svedesi Avatar sono chiamati a confrontarsi con l’ottima riuscita di un precedente davvero difficile da replicare, ispirato e ricco di spunti di riflessione sia dal punto di vista testuale che melodico. Forse è proprio il...