Genere: Industrial

Angelspit – Recensione: Hello My Name Is

Gli australiani Angelspit sono una realtà fuori dalla norma. Sarebbe sbagliato definirli “electro-goth” tanto quanto “industrial” (usiamo questa etichetta soltanto per iscriverli in un circuito specifico), benché il mondo del clubbing alternativo li vorrebbe esclusivamente tra le proprie fila. Il sound del two-piece australiano è sibilante, velenoso e...

Eisenfunk – Recensione: Pentafunk

Se mai il terrificante programma televisivo “Tamarreide” dovesse essere riproposto in chiave electro-goth (e speriamo di no!) i tedeschi Eisenfunk potrebbero esserne la colonna sonora ideale. La band ha riscosso un certo successo mediatico e, così riportano le enfatiche note di accompagnamento, “non c’è Dj al mondo che...

:Wumpscut: – Recensione: Schrekk & Grauss

In vent’anni esatti di carriera, Rudy Ratzinger, braccio e mente dei :Wumpscut:, ha composto pietre miliari per il panorama electro-industrial, dopo essere diventato un apprezzato compositore oltre che Dj seguendo l’influenza di gruppi come i pionieri Leather Strip. I lavori del nuovo millennio hanno visto l’act tedesco tralasciare...