Genere: Djent Metal

Tesseract – Recensione: Altered State

Dopo una serie di burrascose vicissitudini che hanno riguardato in realtà il “centrale” ruolo di cantante, il nucleo stabile dei TesseracT ha scelto di proseguire con Ashe O’Hara, voce che ha dato una luce nuova al sound dei giovani inglesi avvicinandoli ad una maggior fruibilità commerciale anche se...

Empyrios – Recensione: Zion

Dopo due album più che buoni, che avevamo trattato con piacere su Metallus e di cui potete ripescare i commenti in database, tornano ancora una volta su Scarlet Records gli Empyrios dell’indaffaratissimo Simone Mularoni, ormai stimato “uomo suono” per molte band (non solo italiane) nonché ascia dei DGM;...

Benea Reach – Recensione: Possession

Un album imprevedibile, progressivo, cangiante, che si rinnova ad ogni traccia e che conquista per dinamicità ed atmosfere elaborate, melodie sognanti e screaming vocals che graffiano l’anima, tutto ciò e molto altro ancora concorre ad irrorare le vene pulsanti del terzo album dei norvegesi Benea Reach. Tra le...

Stealing Axion – Recensione: Moments

Quest’ondata di band appartenenti al neonato sottogenere “djent” comincia sinceramente a stufarci un po’. Chiariamo: ben vengano nuove contaminazioni, correnti, suddivisioni stratificate ma se l’appartenenza a queste o il doverle per forza intrecciare diventa il punto cardine della proposta di una band, lasciando da parte la pura ispirazione,...

Monuments – Recensione: Gnosis

Un andamento djent spezzettato e un alternarsi di vocals pulite e urlate caratterizzano l’inizio di “Gnosis”, album d’esordio (in realtà già pronto da inizio 2011) per i Monuments; questa band di formazione abbastanza recente si autodefinisce in maniera un po’ bizzarra “progroove” termine che dovrebbe indicare il sottogenere...