Genere: Classic Rock

The Black Crowes – Recensione: 1972

Per il primo lavoro in studio post reunion, i fratelli Robinson hanno deciso di celebrare l’anno 1972, coverizzando alcuni brani a loro particolarmente cari, usciti 50 anni orsono. Con una formazione completamente rinnovata, in cui dispiace non ritrovare lo storico batterista Steve Gorman (anche se il suo sostituto...

Budgie – Recensione: In For The Kill

Le band che hanno seminato molto di più di quanto abbiano raccolto nella storia del rock sono numerose. Una carriera musicale passata da comprimari per poi scoprire di essere un’influenza fondamentale per gruppi, magari di successo, che fanno dichiarazioni d’amore incondizionato per la tua musica che, sembra incredibile,...

Wishbone Ash – Recensione: Argus

I Wishbone Ash si possono tranquillamente considerare uno dei gruppi più interessanti, innovativi e personali della grande stagione del classic rock britannico, che vede aprire gli anni ’70 del secolo scorso. Formatisi a metà del decennio precedente, e scoperti da Ritchie Blackmore dopo un concerto in apertura ai...

Siggi Schwarz – Recensione: The Fire Inside

Giunto all’undicesima tappa della sua produzione discografica, il musicista tedesco Siggi Schwarz si è avvalso della collaborazione del veterano dell’esercito americano Dave Schaefer (voce) per autoprodurre un album, registrato dal vivo, che intende far rivivere le atmosfere di un rock dalla forte connotazione a stelle e strisce, che...

The C. Zek Band – Recensione: Samsara

La veronese C. Zek Band è attiva dal 2015, protagonista di un’intensa attività live e al debutto discografico con l’ottimo “Set You Free” nel 2017 (qui la recensione: https://www.metallus.it/recensioni/the-c-zek-band-recensione-set-you-free/), all’insegna di un southern rock venato di soul. Ed è sempre nel solco di tali sonorità che la band...