Genere: AOR

Mayank – Recensione: Mayank

Costruiti sullo straordinario talento del cantante brasiliano Gui Oliver, già con Auras e Landfall, i Mayank sono completati dal chitarrista Rolf Nordström (Perfect Plan), dal batterista Nicholas Papapicco e soprattutto da Alessandro Del Vecchio, che oltre ad occuparsi di basso, tastiere e produzione è il principale responsabile delle...

Fm – Recensione: Tough It Out Live

Quanti live album stanno uscendo negli ultimi mesi? Sinceramente stiamo quasi perdendo il conto, ed anche chiedersi se siano necessari o no, è veramente una domanda relativa, quasi gratuita. Di certo, una buona e ruspante riproduzione audio (ed a volte in video) di un concerto è un buon...

Stephen Crane – Recensione: Kicks

Già attivo alla fine degli anni settanta con i Baby, a Stephen Crane la major MCA diede la possibilità di debuttare in forma solista nel 1984 con la pubblicazione di “Kicks”, album al quale collaborarono Steve Lukather e Jeff Porcaro dei Toto, nonché una moltitudine di chitarristi ospiti....

Paris – Recensione: 50/50

Frédéric Dechavanne (voce) e Sébastien Montet (chitarra) sono amici dai tempi della scuola, condividendo la passione per Scorpions, Iron Maiden e Def Leppard sui banchi dell’istituto di Bouffémont. La loro amicizia è successivamente sfociata nella realizzazione di un paio d’album nel 2013 (“Only One Life”) e nel 2016...

Thunder – Recensione: All The Right Noises

Il rock è ancora vivo e sanissimo. Basterebbe ascoltare questo “All The Right Noises”, tredicesimo sigillo in studio degli albionici Thunder, che tornano freschi ed ispirati grazie alla consueta e premiata ditta musicale Luke Morley (chitarra e penna compositiva finissima) e un Danny Bowes sempre in forma vocale...

Gary Hughes – Recensione: Waterside

Sono passati più di dieci anni dall’ultima uscita solista di Gary Hughes, la cui carriera ormai ultratrentennale per l’occasione viene celebrata anche con la raccolta “Decades”, che esce lo stesso giorno di “Waterside”. Lo aiutano per l’occasione i compagni di band Dann Rosingana e Darrel Treece-Birch oltre a David Rosingana,...

Secret Sphere – Recensione: Lifeblood

“Lifeblood”, nuovo album per i Secret Sphere, rappresenta innanzitutto un piccolo evento per la band piemontese. Il disco vede infatti il ritorno all’ovile, dopo quasi dieci anni d’assenza, del cantante “storico” Roberto Messina: re-entry che fa seguito alla lunga parentesi con Michele Luppi dietro al microfono. Un cambio...

3.2 – Recensione: Third Impression

Robert Berry è un talentuosissimo polistrumentista, cantante e compositore, questo oramai da più di quarant’anni. Certamente deve i suoi quindici minuti di popolarità grazie al suo coinvolgimento nei 3 (o detti Emerson, Berry & Palmer), una delle versioni spurie e momentanee degli ELP, prima del ritorno della band...

Cats In Space – Recensione: Atlantis

Abbiamo già parlato in termini più che entusiastici dei Cats In Space, pomp rockers inglesi, nati nel 2015 ed autori, circa due anni fa, di un quasi capolavoro chiamato “Daytrip To Narnia”, che andava a perfezionare un discorso musicale già ben espresso con l’esordio “Too Many Gods”, e...

Rob Moratti – Recensione: Paragon

A partire dal fatto che l’opener di questo nuovo lavoro solista di Rob Moratti comincia con un contraddittorio “Oh no, Uh yeah”, è chiaro che bisogna approcciarsi a “Paragon” con la necessaria leggerezza, senza pretendere di trovarsi davanti ad un album che cambierà il mondo. Ma ciò non...