The Absence – Recensione: From Your Grave

Nuova release per i floridiani The Absence, ‘From Your Grave’ è un disco che stilisticamente si può collocare a metà strada tra un black melodico vicino ai primissimi Dimmu Borgir e un death di stampo svedese che prende spunto ora dai Dissection, ora dagli In Flames.

Un gruppo americano che suona scandinavo dunque, ma in realtà, nonostante le buoni intenzioni della band e doti esecutive di tutto rispetto, siamo certi che ‘From Your Grave’ non lascerà grandi tracce di sé. I brani, pur ben suonati e non privi qua e là di qualche intuizione interessante, tendono ad assomigliarsi troppo l’uno con l’altro e risultano affossati da ritmi piatti e ripetitivi, soprattutto nelle parti di chitarra, raramente dinamiche e capaci di suscitare attenzione.

Come dicevamo non manca qualche buono spunto, come ad esempio la massiccia ‘Necropolis’ o la più epica ‘Heaven Ablaze’, anche i break più melodici si lasciano apprezzare, ma nel complesso i pezzi non decollano e finiscono per diventare mere esecuzioni, formalmente buone ma poco entusiasmanti.

Per il momento i ‘The Absence’ sono ancora troppo legati ai propri ispiratori e devono sviluppare una maggiore personalità per emergere all’interno di un calderone sempre più inflazionato. Inoltre, un songwriting più dinamico, sarebbe certamente apprezzabile.

Voto recensore
5
Etichetta: Metalblade / Audioglobe

Anno: 2005

Tracklist:

01.Intro
02.A Breath Beneath
03.Necropolis
04.From Your Grave
05.Heaven Ablaze
06.Summoning The Darkness
07.Shattered
08.I, Deceiver
09.My Ruin
10.Seven Demons


andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi