Fifth Note – Recensione: Here We Are

Vengono dall’India i Fifth Note, ma portano avanti una proposta musicale che non faticherà a fare breccia di chi è innamorato dell’hard rock melodico, spruzzato con un po’ di prog e con una vena di spiritualità che è retaggio delle loro terre ma pure dei loro esordi nel Christian Rock. Ne esce fuori un’opera dalle sonorità originali eppure in qualche misura familiari, con richiami che vanno dagli Stryper ai Vanden Plas, passando per i Dream Theater.

Un incipit aggressivo con “Rider”, la ruvida voce di Samuel Thapa a graffiare sui riff di chitarra di Khriekethozo Sekhose, si scioglie nell’ariosa e liquida “Always Love”, le tastiere di Sheduto Kezo ad intrecciare un tappeto su cui si innesta un ritornello di sicuro effetto. I Fifth Note passano con scioltezza da dolci ballad come “I Won’t Give Up” o “Drifted” alla scatenato hard rock della title track per arrivare agli stacchi e ai cambi di tempo in pieno territorio prog di “Misfortune”. La sintesi più riuscita è nell’emozionante “Confused Trauma”, piena di ripartenze e rapide risalite verso vette melodiche di grande impatto. Prima della chiusura, ancora aggressiva, affidata a “End Time’s”.

“Here We Are” è un album che fa della varietà e dell’energia i suoi punti forti, una bella ventata di freschezza in un panorama affollato ma ancora in grado di regalarci piacevoli sorprese come questi Fifth Note.

Etichetta: Frontiers Music

Anno: 2023

Tracklist: 01. Rider 02. Always Love You 03. Dreamer 04. Fantasy 05. I Won't Give Up 06. Here We Are 07. Misfortune 08. Falling Apart 09. Confused Trauma 10. Drifted 11. End Time's
Sito Web: https://www.youtube.com/channel/UCV5508fSZ4tQAfV9rqs4mGQ

giovanni.barbo

view all posts

Appassionato di cinema americano indipendente e narrativa americana postmoderna, tra un film dei fratelli Coen e un libro di D.F.Wallace ama perdersi nelle melodie zuccherose di AOR, pomp rock, WestCoast e dintorni. Con qualche gustosa divagazione.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi