Extrema: Live Report e foto della data di Paderno Dugnano (MI)

Sabato 7 ottobre 2023, allo Slaughter Club di Paderno Dugnano (MI)  è stato “UN FOTTUTO MASSACRO COLLETTIVO”, un delirio che ha visto alternarsi sul  palco i torinesi URAL,  i GORY BLISTER, leggendaria death metal band milanese, e gli EXTREMA, per celebrare il trentennale del loro disco d’esordio  “Tension At The Seams”. La serata è stata anche l’occasione per presentare la loro biografia ufficiale, il cui titolo non poteva essere che “E’ un fottuto massacro collettivo” edito da Tsunami. Scritta e curata da Massimo Villa, questa è la loro storia, un viaggio fra registrazioni in studio, concerti: “È la storia di una band che ancora oggi, sempre con l’inossidabile Tommy al timone, sa esprimere qualcosa di speciale e di unico: un fottuto massacro collettivo!”

URAL

Alle ore 21,00 tocca ai i thrasher piemontesi Ural il compito di dare fuoco alle polveri, e la band sale sul palco aprendo questa lunga serata. La band è attiva dal 2010, ha due album pubblicati e un terzo in uscita, dal titolo “Psychoverse”. I nostri propongono un ottimo thrash metal di vecchio stampo, perfetto per la serata appena iniziata! La loro setlist  vede fra gli altri i brani  “Mind Control”, “Crossearth” , “Werewolf e So What”, tutti brani tratti dall’album del 2019 “Just For Fun”, inoltre, dal terzo album in uscita hanno suonato due pezzi, intitolati “Nightmare” e “Heritage”.
Setlist:
Crossearth
Nightmare
Mind Control
Heritage
Werewolf
Fake Reality
So What
Virtual Sleep

GORY BLISTER

Alle 22.00 è il turno dei dei Gory Blister; come detto la band è nata a Milano all’inizio degli anni ’90, al momento ha alle spalle ben sette album ed è dedita ad un death metal davvero raffinato, che personalmente ho trovato piacevole e immediato, un sound di impatto che si lascia ascoltare ed è spesso trascinante. La setlist prevede 12 pezzi, tratti principalmente dall’ultimo album, “Reborn From Hatred”, appena pubblicato da Eclipse Records. La band, oltre che saper stare sul palco, dimostra di possedere dei mezzi tecnici non indifferenti; i riff cattivi e violenti riescono a trascinare il pubblico che via via diventa sempre più numeroso.

Setlist:
Thresholds
Trails of Lies
Intro From Ashes…
Push Out the Venom
Relentless Fear
Profound Sedation
Unexpected Livings
Intro This Blood is Forever
Reborn from Hatred
Greedy Existence
Outro…to Flames
No Shadow

EXTREMA

Siamo così giunti al momento topico della serata. Gli Extrema sono una band storica del panorama thrash metal italiano; personalmente li ho seguiti parecchio negli anni ’90, vuoi perché il genere musicale proposto era che più ascoltavo insieme al power metal, vuoi perché lo spirito “patriottico” del metallaro di quegli anni andava fiero di poter dire che nel nostro Paese c’era una band così preparata! E poi vengono in mente le t-shirt indossate in quel periodo, che si potevano vedere ai concerti oppure in giro per Milano, ma non solo. Inutile stare qui a raccontare la storia della band, la corposa discografia, e i vari cambi di line-up, i palchi condivisi con Metallica, Slayer, Motorhead, sarebbe tutto troppo fuori luogo. In questa serata siamo qui per celebrare il leggendario “Tension At The Seams“, pubblicato nel 1993 rendendo la band milanese conosciuta a livello nazionale.

La line-up attuale della band meneghina vede alle chitarre Tommy Massara  e Marco Cassone, dietro le pelli Francesco “Frullo” la Rosa, mentre alle quattro corde troviamo Gabri Giovanna e alla voce Tiziano Spigno, degno sostituto del cantante storico G.L. Perotti.

Veniamo al concerto; lo Slaughter Club è ormai pieno e anche chi fino a poco tempo prima stazionava all’esterno del locale per sfuggire al caldo opprimente all’interno delle mura del club, (non che all’esterno la temperatura fosse tipicamente autunnale, anzi) si è riversata sotto palco, e qui si che la temperatura è salita a livelli di guardia! Ho notato con piacere che tra i presenti c’era tanta gente “old school”, come normale che sia, anche se non mancavano metallari più giovani. Alle 23:00, mentre prendevo posto, non senza qualche difficoltà, nel piccolo pit del locale per poter immortalare la serata, dagli altoparlanti partivano le note di “Nel blu dipinto di blu” di Domenico Modugno sulle cui note, osannati dalla folla, fanno il loro ingresso sul palco gli Extrema.
Fra luci rosse, flash bianchi, e fumi ha inizio questo “fottuto massacro collettivo”. La setlist è devastante, si parte col botto con “The Call”, seguita da “For The Loved And The Lost”, per poi proseguire con “Between The Lines”, “Deep Infection” tratte da “The Seed of Foolishness”, album datato 2013. Seguirà “Pyre Of Fire” accolta in modo trionfale dai metalheads sotto palco, che a un certo punto  improvviseranno anche una sorta di circle pit! Dall’album celebrativo dello show “Tension At The Seams” troviamo anche “Displaced”, “Join Hands” e “Child O’Boogaow”. La band è scatenata, feroce e violenta quanto basta; il pubblico segue entusiasta fino all’ultimo riff di “Money Talks” e la closer “Life” per quello che è stato l’ennesimo massacro collettivo degli Extrema!

Setlist:
The Call
For the Loved and the Lost
Between the Lines
Deep Infection
The Positive Pressure of Injustice
Confusion
Modern Times
Displaced
Pyre of Fire
Money Talks
Headbanging Forever
From the 80’s
Join Hands
Child O’Boogaow
This Toy
Life

Fabio De Carlo

view all posts

Nato qualche anno fa, in pieno autunno, si avvicina al Rock dall’infanzia, quando tra le mani e le orecchie le capitano Europe e Bon Jovi, ma è con gli Iron Maiden prima e Helloween poi, che arriva la svolta al Metal. 
La musica ha sempre messo le cose un po’ più in ordine, il mio sogno era stare sopra un palco, non ci sono mai salito, ma ho iniziato presto coi concerti, Monsters of Rock 88. 
La passione per la fotografia arriva più tardi, nei primi anni 2000. "...no more wasted years, no more wasted tears life’s too short to cry, long enough to try." [Kai Hansen - Helloween]

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi