Exodus: Gary Holt rivela il perché di “Blood In, Blood Out”

Gli Exodus pubblicheranno il loro nuovo album, intitolato “Blood In, Blood Out”, il 14 ottobre tramite Nuclear Blast Records.
Gary Holt ha rivelato come è arrivato all’idea dei nuovi brani per questo nuovo album:

Nel periodo in cui stavo lavorando sul nuovo album, ero seduto davanti alla TV a guardare serie come Gangland e reality show ambientati in una prigione. Ho subito pensato “Yeah, è come gli Exodus!“. E’ una fratellanza: si sanguina per entrare e si sanguina per uscire.

Ho creato questo genere di musica fin da quando ero un adolescente e continuerò a farlo finché fisicamente non potrò più farlo.

Il nuovo album rappresenta una sorta di nuovo inizio per la band: ricordiamo infatti che Rob Dukes ha abbandonato il gruppo dopo nove anni, lasciando il posto allo storico frontman Steve “Zetro” Souza.

L’album è inoltre caratterizzato dalla comparsa di Kirk Hammett, che suonava con la band negli anni Ottanta prima di entrare nei Metallica.

L’album è disponibile per il pre-order in versione CD, doppio vinile verde, doppio vinile trasparente e in edizione limitata sul mail-order europeo della Nuclear Blast.

La track list:

01. “Intro”
02. “Black 13″
03. “Blood In Blood Out”
04. “Collateral Damage”
05. “Salt The Wound”
06. “Body Harvest”
07. “BTK”
08. “Wrapped In The Arms Of Rage”
09. “My Last Nerve”
10. “Numb”
11. “Honor Killings”
12. “Food For The Worms”

EXODUS

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi