Exodus: arrestato un fan per aver pubblicato su FB il testo di “Class Dismissed (A Hate Primer)”

Un fan degli Exodus di Greenville, nel Kentucky, è stato arresto con l’accusa di minaccia terroristica dopo aver postato sul suo profilo Facebook il testo del brano della band “Class Dismissed (A Hate Primer)“.

Il trentunenne di nome James Evans ha postato il seguente pezzo sul suo profilo la sera del 24 agosto:

Student bodies lying dead in the halls, a blood splattered treatise of hate. Class dismissed is my hypothesis, gun fire ends in debate.

Il mandato di arresto di Evans dichiarava come motivazione che “ha minacciato di uccidere gli studenti e il personale della scuola“.

Il management degli Exodus ha rilasciato una dichiarazione spiegando che la band non promuove e tollera azioni terroristiche, minacce e bullismo. Detto questo, la band è sconcertata dal fatto che un uomo venga arrestato per aver pubblicato il testo di una canzone e ritiene che vada contro il diritto garantito dal primo emendamento, vale a dire la Libertà di Parola.

Gary Holt, chitarrista della band, ha dichiarato:

L’idea che un individuo nel nostro grande paese possa essere arrestato semplicemente per la pubblicazione del testo di una canzone è qualcosa che non avrei mai potuto credere che potesse accadere in una società libera. James Evans ha soltanto riproposto il testo di una canzone che gli piace nel suo profilo di Facebook, ed è stato arrestato per questo.

exodus

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi