Metallus.it

Enuff Z’Nuff – Recensione: Enuff Z’Nuff’s Hardrock Nite

Da sempre i Beatles sono stati la maggior influenza per la band degli Enuff Z’Nuff, tanto che una delle accuse rivolte dai detrattori al gruppo capitanato da Chip Z’Nuff è stata quella di assomigliare fin troppo alla formazione di Liverpool, mancando di originalità e personalità. La scelta di tributare i Beatles in un album intero, con una riproposizione dei loro pezzi più celebri, se da un lato farà scatenare ancora di più i detrattori, dall’altro invece mostrerà la ferma volontà della band di rendere omaggio a delle canzoni fondamentali, non solo per la loro crescita ed evoluzione musicale, ma anche importantissime per la storia della musica in senso assoluto.

Scelta discutibile o no, quello che rimane sono dieci composizioni imprescindibili, sicuramente le preferite di Chip Z’Nuff, che vanno a pescare sia dalla carriera dei Beatles, sia da quelle soliste di McCartney (“Live And Let Die, “Jet”) e di Lennon (Cold Turkey), il tutto rivisto in chiave Enuff Z’Nuff, con quel giusto ed inconfondibile tocco hard rock di cui loro sono dei grandissimi portabandiera. E’ davvero impossibile rimanere indifferenti riascoltando queste versioni, soprattutto “Eleanor Rigby”, arricchita da arrangiamenti ricercati e riusciti e da quella spruzzata di glam che la rendono frizzante ed irresistibile, e anche  “Live And Let Die”, dalla parte iniziale molto malinconica, che poi si scatena e sfocia nel pezzo che noi tutti ben conosciamo.

E come non citare l’indiavolata “Helter Skelter” o “Revolution”, pezzi che hanno fatto la storia e che riacquistano energia e vigore grazie alla sapiente reinterpretazione della formazione di Chicago? In chiusura troviamo altri due cavalli vincenti, come “Back In The U.S.S.R” e la magnifica “With A Little Help From My Frends”, probabilmente l’apice dell’intero lavoro, pregna di intensità e di pathos. “Enuff Z’Nuff’s Hardrock Nite” è un lavoro consigliato soprattutto ai fan scatenati della band, ai completisti, ma anche a chi senza paraocchi sa apprezzare un giusto tributo ai propri idoli e mentori; tutti gli altri si tengano a debita distanza.

 

Exit mobile version