Duff McKagan: “It’s So Easy e altre bugie”, ripubblicata l’autobiografia con nuova copertina e traduzione

Comunicato Il Castello:

It’s so easy e altre bugie, in uscita mercoledì 13 marzo per Il Castello, collana Chinaski Edizioni, è l’autobiografia di Duff McKagan, in cui il membro fondatore dei Guns N’Roses racconta la storia della sua ascesa verso la fama e il successo. Un successo fatto di milioni di dischi venduti, concerti sold out in tantissimi Paesi, soldi e belle donne. Un successo inarrestabile che pretende però, come quasi sempre avviene in questi casi, un dazio da pagare.

Nel 1984, all’età di vent’anni, Duff McKagan lasciò la nativa Seattle: sia per seguire le sue ambizioni musicali, sia per allontanarsi da una moria di overdose d’eroina che stava decimando la sua cerchia di amici nella locale scena punk. Dopo qualche settimana a Los Angeles, mentre trascorreva le notti in auto, rispose a un annuncio pubblicato da un non meglio identificato “Slash” per un ruolo come bassista. Subito dopo nacque La band più pericolosa del mondo, i Guns N’ Roses, che venderanno globalmente oltre cento milioni di dischi.

In It’s so easy e altre bugie, McKagan racconta l’improbabile traiettoria del gruppo verso una sequenza di album multiplatino, decine e decine concerti negli stadi di tutto il mondo e gloria internazionale. Ma questo genere di fama comporta quasi sempre un lato più cupo e problematico, che sicuramente ha presentato il conto anche a Duff, così come alla stessa band.

Quando i GN’R cominciarono a sgretolarsi, il bassista capì che anche per lui i giorni erano contati. Miracolosamente sopravvissuto agli effetti devastanti dell’alcolismo, la sua esperienza prossima alla morte si rivelerà uno spartiacque, il punto di svolta verso un percorso personale fatto di sobrietà e scelte inaspettate.

Con uno stile genuino e originale, Duff McKagan – una delle personalità più brillanti e complesse nel mondo del rock – accompagna i lettori nel suo complicato viaggio attraverso il cuore oscuro di una delle band più famose nella storia della musica popolare, fino a condurli alla luce, verso la speranza.

eva.cociani

view all posts

Amo la musica a 360 gradi, non mi piace avere etichette addosso, le trovo limitanti e antiquate, prediligo lo street, il glam e anche il goth, ma non disdegno nulla basta che provochi emozioni. Ossessionata dalle serie tv, dalla fotografia, dai viaggi e dai live show mi identifico con il motto: “Live the life to the fullest”.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi