Metallus.it

Spiritual Beggars – Recensione: Demons

Un’intro solenne apre la strada ad un riff schiacciasassi, la base ritmica incalza, arriva la voce, rude e possente… Un desiderio incontrollabile di saltare per la stanza invade l’ascoltatore… Si presenta così, nel migliore dei modi, ‘Demons’, nuovo album dei classic-rockers Spirtiual Beggars.

Tutto suona in modo perfetto, a partire dal groove ‘vitale’ delle chitarre, passando per i colpi precisi e asciutti della batteria, per lasciare poi spazio alle grandi melodie vocali di JB. Una task force progettata per rileggere al meglio il sound hard più classico di Deep Purple, Mountain, Balck Sabbath, Whitesnake, etc.. . Nulla di nuovo o particolarmente originale, come prevedibile, ma Amott e compagnia sanno dove metter le mani per non cadere nella clonazione fine a se stessa e ci presentano un prodotto rilucente e fresco, che rinuncia definitivamente (o quasi)a flirtare con la psychedelia per arrivare diretto al cuore hard rock figlio dei seventies. La citata ‘Throwing Your Life’ è un esempio evidente di come gli obiettivi perseguiti siano stati raggiunti, ma l’intera scaletta non presenta buchi e riempitivi, puntando su di una grande varietà di linguaggio musicale in cui si inserisce facilmente il talento dei singoli musicisti.

Il risultato finale piace, e a tratti riesce ad entusiasmare, soprattutto quando il gioco si fa duro e appare una vaga ombra metallica ad avvolgere le composizioni. Affiora spesso infatti, e soprattutto in alcuni passaggi strumentali, quel feeling sonoro da assalto puro accostabile in qualche modo alla NWOBHM (Saxon, Diamond Head, Witchfinder General), una marcia in più rispetto a molti colleghi tradizionalmente e irremovibilmente ancorati alla prima metà degli anni settanta.

Per chi ama la band segnaliamo la presenza in commercio di una versione limitata contenete un secondo dischetto che fotografa la band in un’esibizione nella terra del Sol Levante: 8 tracce ben registrate, appena penalizzate da una prestazione vocale di JB sottotono.

Exit mobile version