Deiphago – Recensione: Into The Eye Of Satan

Istintivi, bestiali, violenti. Attivi dal 1989 e veterani della manifestazione più ossessiva e intransigente del metal estremo, i filippini Deiphago tornano sul mercato discografico con “Into The Eye Of Satan”, quarta prova sulla lunga distanza e ancora una volta testimone di un mondo musicale privo di compromessi.

Al pari di loschi figuri come Sadistik Execution, Beherit, Blasphemy, Conqueror e Bestial Warlust, il power-trio asiatico opera un assalto sonoro che non fa prigionieri attraverso ritmiche serratissime, tappeti di riff scarnificanti e parti vocali che si dividono tra uno screaming indiavolato e grunt vocals disumane.

Una violenza tale da apparire fine a sè stessa e priva di logica ma ascoltando l’album con attenzione si nota come il gruppo, forte di un’esperienza più che ventennale, non lesini costrutti realizzati con grande perizia tecnica e una cura maniacale degli arrangiamenti. Questa volta anche il minutaggio è lievemernte più lungo ma l’approccio resta univoco, con la sola eccezione dello sporadico ricorso a solfurei rallentamenti.

Rispetto ai lavori passati, tra cui spicca quel “Filipino Antichrist” considerato una delle migliori testimonianze del genere, “Into The Eye Of Satan” vanta una produzione pulita e competitiva grazie alla mano di Colin Marston (Gorguts). Si tratta dell’unica concessione “al passo con i tempi” ad un lavoro che per forza di cose fa leva unicamente sulle emozioni forti, sul loro aspetto più animalesco e incontrollato.

Inutile estrapolare un brano piuttosto che un altro da porre come esempio, le canzoni (?) si susseguono senza un attimo di respiro e la tensione rimane altissima. Esattamente ciò che si aspettano i sostenitori di questo panorama musicale, che troveranno in “Into The Eye Of Satan” un ottimo pezzo da aggiungere alla propria collezione.

Voto recensore
7
Etichetta: Hells Headbangers

Anno: 2015

Tracklist:

01. Intro: Abomination
02. Evil And Adverse
03. Bloodbath Of Genocide
04. (6 x 6 x 6) / 3
05. Serpentine Anti-world
06. Calculated Acts Of Cruelty
07. Red Dragon Of Chaos
08. Ritual Death Of The Enemy
09. Into The Eye Of Satan


Sito Web: https://www.facebook.com/666division

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi