Metallus.it

Darkest Hour: il video ufficiale del brano  “One With The Void”

Comunicato stampa:

Il quintetto di Washington D.C. Darkest Hour – Mike Schleibaum [chitarra], John Henry [voce], Aaron Deal [basso], Travis Orbin [batteria] e Nico Santora [chitarra] – pubblica oggi il suo decimo album Perpetual | Terminal su MNRK Heavy.

Per celebrare l’arrivo dell’album, la band ha svelato il video di “One With the Void”.

Questa canzone, così come l’album, mette in mostra il talento straordinario di John come nessun’altra“, afferma Schleibaum. “Tenendo conto di ciò, abbiamo scelto di svelare questa canzone, ‘One With the Void’, come terzo video e singolo per l’uscita di Perpetual | Terminal. Un salto emotivo, ‘One with the Void’ incanala il lato melodico, oscuro e atmosferico dei Darkest Hour. Siamo entusiasti di presentare questa canzone insieme all’incredibile video di Mirko Witzki. Questa canzone è davvero personale per me: la adoro. Continua la lunga tradizione di John che combina il suo incredibile talento melodico con il suo approccio introspettivo ai testi. Per me, questa è una canzone d’amore; altri potrebbero vederci un’altra storia, ma non c’è dubbio che questa canzone espande la gamma musicale di questa band e porta un equilibrio a questo disco che lo rende perfetto“.
 
Lo stesso Henry afferma: “Questa è probabilmente la mia canzone preferita del nuovo album. La musica mi ha conquistato fin dalle prime fasi del processo di scrittura e sapevo che sarebbe stata una canzone speciale. Tutto lo spazio creato dalla band mi ha davvero ispirato a essere creativo con le melodie vocali e a provare nuovi approcci. È sempre una sensazione rischiosa provare nuove idee ed espandere il suono consolidato della band, ma è anche la parte più gratificante del processo per me“.
 
La prossima settimana i Darkest Hour partiranno per un tour da headliner in Nord America.

PERPETUAL | TERMINAL TRACKLIST:
Perpetual | Terminal”    
Societal Bile
“A Prayer to the Holy Death”    
“The Nihilist Undone”    
“One With the Void”    
“Amor Fati”    
“Love is Fear”    
“New Utopian Dream”    
“Mausoleum”    
“My Only Regret”    
“Goddess of War, Give Me Something to Die For”
 
 I DARKEST HOUR, nel loro insieme, hanno resistito al tempo, alle mode e ai cambiamenti; oggi dopo quasi tre decenni dalla loro formazione sono ancora più forti. Il loro stile sonoro unico incorpora esorcismi death metal, spericolatezza thrash, attitudine punk hardcore e catarsi melodica alla velocità di un circle pit.
Il tema del disco è incentrato sulla dualità della sopravvivenza e della rinascita“, dice Schleibaum. “Continuiamo a uccidere parti di noi stessi per creare nuove parti e sopravvivere. La storia del disco è la storia della band. Siamo ancora qui e stiamo offrendo al mondo un lavoro che è rappresentativo della nostra musica di oggi. Abbiamo capito che le relazioni, i tour, i bei momenti, tutto ciò che sembra dare un senso alla vita, è a termine e finirà inevitabilmente. Tuttavia, siamo uomini di 46 anni che amano questa musica abbastanza da sopportare le prove e le tribolazioni dell’essere musicisti di una band in tour“.

Exit mobile version