Crowbar: a febbraio entreranno in studio per registrare il nuovo album

Il prossimo 17 febbraio 2016 la sludge metal Crowbar entrerà negli OCD Recording And Production a Metairie, Louisiana, insieme al produttore Duane Simoneaux per dare inizio alle registrazioni del nuovo album della band.

L’uscita del successore di “Symmetry In Black” del 2014 è prevista per la prossima estate e queste sono alcune recenti dichiarazioni diffuse dal cantante/chitarrista della band, Kirk Windstein:

L’ultimo album è stato particolarmente difficile, perché Jeff [Golden, bassista] era da poco arrivato. Non conosceva il nostro precedente materiale. Così siamo partiti per un tour durante il quale ci siamo concentrati molto su di lui e nell’insegnargli la scaletta. A metà tour abbiamo provato a scrivere qualcosa, e quattro brani sono nati così in studio. Le abbiamo rifinite e sono davvero ottimi pezzi, ma non sempre funziona così.

Inoltre, una volta entrati in studio ci sono state diverse interruzioni. Come degli idioti abbiamo prenotato la sala il 16 dicembre e dopo pochi giorni sarebbe stato vacanza per tutti. E il nostro ingegnere, Duane Simoneaux, ha avuto un bambino. E quindi ci siamo dovuti fermare per il Natale, fermae per il nuovo anno. Siamo partiti per Chicago e siamo dovuti rientrare subito per la nascita del figlio di Duane e così abbiamo buttato una settimana. Non abbiamo preventivato tutto questo. Questa volta speriamo non ci siano interruzioni e il lavoro fatto precedentemente in studio dovrebbe aiutarci.

Non ci resta che attendere, dunque, sperando che la fortuna non si accanisca ancora una volta sulla band.

Crowbar

Pasquale Gennarelli

view all posts

"L'arte per amore dell'arte". La passione che brucia dentro il suo cuore ad animare la vita di questo fumetallaro. Come un moderno Ulisse è curioso e temerario, si muove tra le varie forme di comunicazione e non sfugge al confronto. Scrive di Metal, di Fumetto, di Arte, Cinema e Videogame. Ah, è inutile che la cerchiate, la Kryptonite non ha alcun effetto su di lui.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi