Cradle Of Filth: la suora che si masturba è troppo per un museo

Siamo ormai abituati alla mancata accettazione delle immagini forti che ruotano intorno alla scena musicale metal e le relative polemiche che sollevano quando vanno a scontrarsi con i non appassionati.
Questa volta il caso di possibile censura colpisce i Cradle Of Filth, che partecipano alla mostra “T-shirts Unfolding” che si svolge Canterbury Museum di Christchurch, Nuova Zelanda, con una loro famosa provocatoria maglietta, “Vestal Masturbation“, realizzata nel 1998.

La t-shirt, definita indecorosa e vietata ai minori di 18 anni dall’associazione Family First, che ha perfino organizzato una petizione volta alla rimozione della maglia dall’esposizione, rappresenta una suora che si masturba accompagnata dalla frase “Jesus is a c***“.

Nonostante la petizione abbia raccolto oltre 3.000 firme e abbia portato perfino una donna a spruzzare della vernice nera sulla barriera di perspex che proteggeva la maglia, il direttore del museo ha difeso il suo diritto ad includere la t-shirt in questione nella mostra in quanto rappresenta parte della storia dei 100 anni della t-shirt e del modo in cui è stata utilizzata come mezzo di espressione di cultura popolare.

Di seguito un’immagine della maglietta incriminata:

Cradle Of Filth

selene.farci

view all posts

La mistress del team news di Metallus.it. Ogni virgola fuori posto è una frustata ai poveri redattori che ormai implorano pietà. Dalla Sardegna con furore, ma al posto del tunz tunz del Billionarie il suo pensiero fisso è la Love Machine di Blackie Lawless. Si divide tra la macchina fotografica, matrimoni e metallo colante.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi