Collide – Recensione: Counting To Zero

Un’esperienza attraverso partiture eteree, sensualità, la naturale predisposizione a tessere ritmi sognanti. I Collide sono tornati con il quinto studio album, questo “Counting To Zero”, un’opera che pone in essere un’alchimia sinuosa e cangiante figlia di Cocteau Twins, Bjork e Portishead mentre fa l’amore con la darkwave. Attivo da circa quindici anni, il two-piece composto dalla vocalist kaRIN e dal polistrumentista Statik ha attraversato alti e bassi e non è stato immune da tentazioni maggiormente commerciali. Oggi torna al suo antico splendore con un album gradevole, intelligente nella saggia diluizione di synth, elementi etnici, trip hop e chitarre acustiche, tutto guidato dalla stupenda voce di kaRIN. “Counting To Zero” è un giardino sonoro, un sentiero che si perde in una foresta dove si inseguono profumi e magie. Le note liquide ed eteree di “Bending And Floating” ci guidano in un sottobosco dove trionfa la pallida luce notturna. Impossibile non lasciarsi rapire dall’ipnotica “Mind Games” o dalla delicatezza di “Tears Like Rain”, gemme di un contesto di suoni sempre in perfetto equilibrio e vivi, mai troppo dimessi ma nemmeno enfatici oltre il limite. “Counting To Zero” è ad oggi una delle uscite più eleganti e fuori dagli schemi dell’anno in corso. Fatelo vostro.

Voto recensore
8
Etichetta: Resurrection / Audioglobe

Anno: 2011

Tracklist:

01. Bending and Floating
02. Lucky 13
03. Mind Games
04. In the Frequency
05. Clearer
06. Counting to Zero
07. Human
08. Tears Like Rain
09. Further From Anything
10. Slow Down
11. Letting Go


Sito Web: www.collide.net

andrea.sacchi

view all posts

Poser di professione, è in realtà un darkettone che nel tempo libero ascolta black metal, doom e gothic, i generi che recensisce su Metallus. Non essendo molto trve, adora ballare la new wave e andare al mare. Ha un debole per la piadina crudo e squacquerone, è rimasto fermo ai 16-bit e preferisce di gran lunga il vinile al digitale.

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi