Corey Taylor: “I bastoni per i selfie? Un’invenzione idiota!”

Ai giorni nostri la tecnologia ha sicuramente contribuito a “rovinare” in parte la magia scaturita da un concerto, dove una volta si dava più peso a viversi il momento, cercando di creare quella strana sinergia tra band, artista e fan, per l’appunto. Ultimamente molti musicisti si sono detti contrari all’uso dei telefoni cellulari e tablet, come Sebastian Bach, il quale avrebbe invitato i suoi stessi sostenitori a godersi maggiormente il concerto con i propri occhi e il proprio cuore, piuttosto che stare appiccicati costantemente ad uno schermo… E proprio recentemente, anche il frontman degli Slipknot e degli Stone Sour, Corey Taylor, ha espresso il proprio disappunto nei confronti della tecnologia odierna, in particolar modo contro l’uso spropositato dei cosiddetti “selfie stick”, i bastoni utilizzati per scattare autonomamente i selfie. Ecco cosa ha dichiarato l’artista ai microfoni di NME:

O santo Iddio, i selfie stick… ogni volta che ne vedo uno mi chiedo: “No, dai, veramente?”. C’è una maledettissima industria che guadagna centinaia di migliaia di dollari al giorno per permetterci di fare delle fottute foto alle nostre stupide facce. E’ un’invenzione idiota. Ma cosa cavolo abbiamo che non va? La cosa che mi fa veramente incazzare non è tanto che sia una cosa banale in sè, ma il fatto che ci prendano in giro con questo genere di cose. Prenderei una mazza da baseball o da cricket e pesterei colui che ha inventato questi bastoncini. Andrei in prigione senza nemmeno scusarmi. “Agente, la prego, mi ammanetti, non sto cercando di scappare! Questa è la sua vettura? Bene, entro di mia spontanea volontà.

StoneSour_Bologna2013_04

0 Comments Unisciti alla conversazione →


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login with Facebook:
Accedi