Metallus.it

AAVV – Recensione: Contamined VI

Giunge al sesto appuntamento la rassegna di casa Relapse. In un doppio cd vengono rappresentate le uscite più recenti e ci vengono fornite alcune antepirme prossime a venire. Su queste concentriamo maggiormente alcune veloci note. Nel corso dell’anno ci sarà un nuovo assalto di Pig Destroyer, visto che la traccia demo inserita in questa compilation non fa prigionieri (si chiama ‘Terrifyer’). Che dire, poi, di un altro astro nascente con alcune coordinate metal classico quale Gadget che presto si presenterà con ‘Remote’? E, ancora, gli invitati alla festa devasto in casa vostra, quei punk harcore crossoveriani Adrenaline Overdose talmente fuori da riuscire anche a rubare lo spirito del rock and roll più marcio? Più in là l’appuntamento con un live di Zeke ed uno split che Soilent Green dividono con Eyeategod. Il resto è la classica cannonata di un’etichetta che alla faccia di tutto e di tutti si pone come araldo indipendente di una musica estrema che non accenna a mostrare segni di declino ma si distingue per onestà intellettuale e passione dedicata alle proprie proposte generalmente orientate “in-your-face”. Insomma, per farla breve, Relapse è come il maiale. Brutto, sporco, puzzolente. Ma non si butta via (quasi) niente.

Exit mobile version